CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dal consigliere di minoranza Salvatore Rianna

Di seguito le dichiarazioni del consigliere di opposizione Salvatore Rianna (Ripartire si Può) sulla recente seduta di Question Time in cui ha chiesto chiarimenti agli assessori di riferimento in merito a due questioni importanti: i risultati dell’Ufficio Condono, dal quale si sono dimessi di recente i due tecnici esterni incaricati, e la situazione delle scuole in via Pomintella e Mercato Vecchio (I Circolo Didattico) che ormai da settimane tiene sulle spine le famiglie degli alunni, preoccupate dalle insistenti voci di un eventuale trasferimento della platea scolastica che creerebbe disagi.

Dichiara, il consigliere Rianna: “Sull’opportunità di istituire a Somma Vesuviana un ufficio condono mi ero espresso lo scorso anno, sostenendo che incaricare tecnici esterni mortificava le professionalità già esistenti all’interno dell’Ente e continuo a pensarla così, ma la scelta spetta alla maggioranza dunque ci attendevamo almeno risultati degni di nota, invece ad un anno di distanza i due tecnici esterni si sono dimessi (metà aprile 2019) e, nella seduta dedicata al Question Time, l’Assessore ha risposto ammettendo che, pur in virtù dei cambiamenti giurisprudenziali intervenuti, solo due pratiche sulle cinquemila esistenti hanno finora avuto esito positivo. L’Assessore ha inoltre ribadito che i risultati ci sono, perché le pratiche sono state controllate, catalogate, divise per categorie, ma ci sembra francamente poco per giustificare le spese sostenute per un obiettivo che era nel documento programmatico di questa Amministrazione, nonché per riaffermare, come ha in verità fatto, la necessità di ricostituire il detto Ufficio Condono. Una decisione che mi trova totalmente in disaccordo”.

L’altro Question Time discusso in Consiglio Comunale, alla presenza di molte mamme degli alunni delle scuole di Pomintella e Mercato Vecchio, riguardava precisamente il futuro di quelle scuole. Dichiara, il consigliere Rianna: “C’è da dire innanzitutto che il giorno prima del Question Time l’Amministrazione ha prodotto un avviso pubblico di manifestazione di interesse finalizzato alla ricerca di una struttura idonea ad ospitare entrambe le platee scolastiche, un atto che in aula ho definito una “pezza a colori”, perché di questo si tratta. Un atto prodotto unicamente per mettere l’Assessore in grado di fornire una risposta, in caso contrario non si spiega perché si sia dovuti arrivare al 29 di maggio, con scadenza avviso pubblico a metà giugno, per pensarvi. In quell’atto si parla di razionalizzazione, cosa che ho ampiamente stigmatizzato ma, alla fine, il risultato è stato positivo, abbiamo ottenuto chiarezza su alcuni punti importanti che stanno a cuore alle famiglie, ancora oggi incerte. La prima promessa strappata al Sindaco intervenuto in aula nel corso della discussione è stata quella che le classi di Pomintella e Mercato Vecchio non saranno trasferite al plesso Fiordaliso, la seconda è che nel caso di spostamento ad altra sede, non ancora individuata, il trasporto scolastico per tutti gli alunni sarà gratuito e a carico dell’Amministrazione comunale, la terza è che rappresentanti dei genitori potranno partecipare al tavolo di concertazione con l’Amministrazione e la Dirigenza Scolastica. Ci sembra un ottimo inizio, frattanto auspichiamo che in futuro non si debba aspettare un Question Time dall’opposizione per comunicare decisioni, già prese o in itinere, che riguardano una gran fetta della popolazione di Somma Vesuviana”.

Il consigliere Salvatore Rianna