Home Prima pagina Somma Vesuviana, campi da tennis comunali nel degrado: il Comune pronto a...

Somma Vesuviana, campi da tennis comunali nel degrado: il Comune pronto a rescindere la convenzione( FOTO)

745
0
CONDIVIDI

Il 28 gennaio scorso, da Palazzo Torino è stata inviata una pec di diffida all’ASD Acerra Tennis Club alla quale già precedentemente era stato imposto un termine per eseguire i lavori, scaduto ad ottobre scorso. Entro venti giorni, dunque, la convenzione sarà presumibilmente rescissa.

 

Nei programmi di ogni candidato sindaco di Somma Vesuviana, sistematicamente, compaiono magnifiche strutture sportive da realizzare o il rifacimento di quelle poche esistenti e pressoché inutilizzabili. Chi frequenta la pista di pattinaggio per esempio – e in città c’è anche chi ha agguantato la ribalta nazionale con questo sport – è costretto d’inverno a svolgere altrove gli allenamenti, giacché l’impianto cittadino è senza copertura. Inutilizzabili sono pure i campi da tennis di Santa Maria del Pozzo per cui il Comune aveva stipulato convenzione – era il 2 maggio 2017 – con l’ASD Acerra Tennis Club con sede a Ravello (Salerno). Una convenzione che sarebbe dovuta durare nove anni e che avrebbe comportato, a carico della associazione affidataria, tutta una serie di lavori e migliorie. Il 28 gennaio scorso, da Palazzo Torino è stata inviata una pec di diffida all’ASD Acerra Tennis Club alla quale già precedentemente era stato imposto un termine per eseguire i lavori, scaduto ad ottobre scorso. Entro venti giorni, dunque, la convenzione sarà presumibilmente rescissa.

Una ricognizione dello stato dei luoghi, per i campi da tennis di Santa Maria del Pozzo, è stata effettuata dall’ufficio lavori pubblici ad agosto 2018: in quella circostanza i tecnici comunali riscontrarono una situazione che non era mutata di tanto rispetto all’aprile 2016, data in cui avevano già relazionato in merito. Fatto sta che gli impianti non sono utilizzabili e che le opere oggetto di convenzione non sono state realizzate, pur se l’associazione ha cantierizzato ed eseguito un certo numero di opere. Dopo la ricognizione fu dato all’ASD Acerra un termine perentorio: completare i lavori concordati entro ottobre 2018 e versare il canone di 1650 euro mai pagato entro la data stabilita (maggio 2018).

Rescissa la convenzione, laddove l’associazione non riuscisse a mettersi in pari con quanto stabilito entro venti giorni, si dovrà procedere a nuovo bando per l’affidamento.

La delibera che impartiva indirizzi per la concessione in gestione dei campi da tennis risale all’amministrazione di Pasquale Piccolo (assessore Luigi Coppola) e la proposta dava indirizzi anche per le nuove tariffe del canone (1500 annui nella proposta di delibera datata 2016, 1650 nella convenzione poi contratta con l’associazione affidataria nel 2017).

Sta di fatto che a Somma Vesuviana la gestione degli impianti o delle strutture comunali comporta sempre problemi immani e che la città, pur avendo la fortuna di spazi teoricamente adibiti ad attività sportive, sembra assistere impotente a sistematiche delusioni.  In ogni modo  l’amministrazione di Sarno  sta cercando di intercettare fondi e finanziamenti  finalizzati proprio alle strutture sportive e ci auguriamo che le progettualità presentate vadano a buon fine .  Intanto, chi ha necessità di far sport, deve rivolgersi a strutture private o migrare in paesi vicini.