CONDIVIDI
Di seguito la nota giunta da Palazzo Siano, dopo la decisione di non optare per le dimissioni di fronte ai recenti fatti di cronaca che hanno portato alla misura di custodia cautelare in carcere per il sindaco Abete, il segretario comunale Lombardi e il consigliere Iorio.
“Siamo tutti sconcertati e sorpresi dagli eventi.
Ora attendiamo fiduciosi che la giustizia faccia il suo corso nei tempi più celeri possibili.
Il nostro dovere è assicurare la governabilità del paese,garantendo la fruibilità dei servizi necessari per i cittadini, evitando ostacoli ai processi di sviluppo del territorio.
Per questo è nostra intenzione proseguire con dedizione ed impegno ancora maggiori”.
L’Amministrazione Comunale.