CONDIVIDI
Palazzo Siano, sede del Municipio di Sant'Anastasia
Il proclama disconosciuto dal partito

Giacomo Gammella, firmatario del manifesto «La solitudine del Sindaco», al quale aveva replicato Ezia Raia (leggi qui) – nominata coordinatrice della lega a maggio dal responsabile provinciale Francesco Pinto –  risponde con una lettera, indirizzata alla nostra redazione, nella quale tira in ballo anche il consigliere di opposizione Peppe Maiello.

 

Di seguito il testo che Gammella ha fatto pervenire al Mediano.it

La presente per esprimere alcuni chiarimenti sulle reazioni che ha suscitato il mio recente manifesto “La solitudine del Sindaco”. Intanto l’intento del manifesto ha raggiunto il suo scopo: quello di muovere il pantano nel quale è caduta la politica anastasiana, sia di maggioranza che di opposizione.

Ezia Raia con Matteo Salvini

Quanto alla maggioranza, voglio precisare che la Signorina Ezia Raia, non è la coordinatrice della Lega a Sant’Anastasia. Non esiste un coordinatore cittadino, esistono alcuni esponenti politici locali, come me, che hanno aderito al progetto politico di Salvini. Per essere coordinatori occorre un congresso cittadino il quale non è mai stato celebrato. Viceversa esistono, come le accennavo, alcuni esponenti politici locali, che come me, hanno aderito sin dalla prima ora al progetto politico di Salvini. La Signorina Ezia Raia, candidata al consiglio comunale con lista civica, solo recentemente, grazie alle parentele politiche altolocate, ha aderito alla Lega, ma mai né è diventata coordinatrice: non basta un selfie con Salvini per diventare coordinatori. Quanto all’opposizione, al consigliere del Partito Democratico, Peppe Maiello, vorrei fargli i complimenti perché finalmente dopo anni è riuscito ad uscire da quel suo serafico atteggiamento, di democristiana memoria, di immobilismo: fare niente per non contare niente. Dice che vuole sfidarmi ed io accetto la sfida ed allora vorrei chiedergli tre cose: 1) Qual è la sua posizione sul Piano Urbanistico Comunale? 2) Qual è la sua posizione sulla costruzione della piscina comunale? ed infine 3) Qual è la sua posizione sugli innumerevoli cantieri edili che sono spuntati come funghi sul territorio? Ecco questo è solo l’inizio di una sfida politica interessante e piena di contenuti: non solo chiacchiere e distintivo.