CONDIVIDI

Mai fu più complicato mettere a posto i tasselli del nucleo di valutazione. Dopo le polemiche sulla nomina di Marco Castaldo precedute da quella di Vincenzo De Simone, tuttora presidente, e di Felice Mollo che si dimise ad agosto (ndr, le nomine erano necessarie perché le due componenti Claudia Ardolino e Fabiola Corcione sono diventate rispettivamente assessore e consigliera comunale), ora anche il terzo componente, Danilo Stavola, lascia per «sopraggiunti impegni lavorativi».

Insomma, non c’è pace per il team demandato alla valutazione di obiettivi e performances dei dipendenti comunali e se per Marco Castaldo – che si è appreso non essere mai stato ufficialmente segretario del Psi (nel caso, non avrebbe potuto ricoprire l’incarico in virtù del regolamento) pur autodefinendosi tale in varie interviste – le polemiche sembrano ormai alle spalle, oggi sembra che – salvo future defezioni – il nucleo sia al completo. La terza componente, stavolta donna magari per spegnere le critiche che facevano notare quanto fosse opportuno rispettare le quote di genere anche in questo caso, pur non essendovi obbligo da regolamento, è l’avvocato Annarita Terrecuso, candidata (nel 2014 e nel 2019) tra le fila che fanno riferimento al consigliere di maggioranza Paolo Esposito.