Napoli, il Monaldi tra i migliori ospedali d’Italia che attirano pazienti da fuori Regione

0
309
Napoli, il Monaldi tra i migliori d’Italia che attirano pazienti da fuori Regione

Napoli. L’azienda ospedaliera Vincenzo Monaldi – AOS dei Colli di Napoli è l’unico ospedale della Campania tra i migliori d’Italia che attirano pazienti da fuori Regione.

Sulla base del report delle attività di ricovero ospedaliero, Il Sole 24 Ore ha stilato la classifica degli ospedali più ambiti d’Italia. Tra questi Solo due si trovano al Sud. Infatti, in base agli ultimi dati che emergono dal Rapporto annuale sull’attività di ricovero ospedaliero, che contiene i numeri e le statistiche sulle dimissioni, al Nord si concentrano maggiormente le strutture in grado di attrarre pazienti da un’altra Regione.

I parametri utilizzati per il report.

La mappa è stata messa a punto dai tecnici del ministero della Salute. Per costruirla sono state utilizzate le schede di dimissioni appena pubblicate. Sono quindi stati selezionati gli ospedali con il maggior numero di dimissioni ospedaliere (ricovero e day hospital) a cui è stato assegnato un punteggio basato su altri due parametri: la complessità dei casi trattati e la mobilità, ovvero l’attrattività dei pazienti in arrivo da altre regioni. Dunque, questi dati fotografano il forte squilibrio nella distribuzione geografica delle grandi strutture ospedaliere, che per numero di posti letto disponibili, complessità dei casi trattati e attrattività per i pazienti da fuori Regione, risultano tra le più efficienti

La mappa dei migliori ospedali d’Italia.

Nella top 20, sono 5 gli ospedali della Lombardia. Si tratta dell’Irccs San Raffaele, dell’Ircss Galeazzi-Sant’Ambrogio e dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, nell’hinterland del capoluogo della Lombardia. Otto strutture sono invece situate al Centro. Tra le prime 20, soltanto due sono nel Meridione: 10 sono al Nord e 8 sono al Centro.

Come riporta il Sole 24 Ore, secondo la mappa realizzata dal ministero della Salute, a cui ha lavorato il Direttore generale della Programmazione Americo Cicchetti, gli unici due ospedali del Sud Italia a comparire in questo elenco sono la Casa Sollievo Sofferenza San Giovanni Rotondo nella provincia di Foggia e l’azienda ospedaliera Vincenzo Monaldi – AOS dei Colli di Napoli. I ricoveri in mobilià, invece, riguardano soprattutto il Molise (30,4%), la Basilicata (28,4%) e la Calabria (21,2%).

Le dichiarazioni di Schillaci.

“Ancora troppi cittadini, prevalentemente del Sud Italia, devono muoversi per avere le migliori cure affrontando costi notevoli, sia economici che psicologici. La riduzione delle disuguaglianze è al centro dell’agenda politica sanitaria. Gli stessi provvedimenti approvati recentemente dal Consiglio dei ministri sulle liste d’attesa impattano sul diritto dei cittadini, ovunque si trovino, ad accedere nei tempi adeguati ai servizi sanitari”. Queste le dichiarazioni del ministro della Salute Orazio Schillaci dopo la diffusione di questi dati.

Fonte immagine: rete internet.