CONDIVIDI

La “Idea Bellezza” di Nola è uno stabilimento che commercializza cosmetici. Si trova nell’Interporto, a poca distanza dal centro commerciale Vulcano Buono, dove l’azienda ha un suo punto vendita. Qui, nell’impianto dell’Interporto, lavorano circa 30 operai. Ma sono sorti problemi, notevoli problemi: dall’installazione di una serie di telecamere di sorveglianza che secondo il sindacato starebbero “spiando” i lavoratori all’applicazione del contratto di categoria. Intanto l’azienda ha appena licenziato 4 dipendenti. Sono tutti iscritti al sindacato Uiltucs-Uil. Ora stanno scioperando, bandiere della Uiltucs tra le mani, davanti allo stabilimento. “Abbiamo proclamato 2 giorni di sciopero – dichiara Emanuele Montemurro, segretario della Uiltucs – a seguito della pretestuosa decisione aziendale di licenziare quattro dipendenti iscritti al nostro sindacato. Tutto questo sta accadendo perchè noi più volte abbiamo denunciato la mancata applicazione del contratto nazionale di lavoro e chiesto la rimozione dell’impianto di sorveglianza illegittimamente installato dall’azienda. Poi però la società ha contestato e licenziato i quattro dipendenti strumentalmente. Basti pensare che per due di loro il provvedimento è scattato con la contestazione di un orario di lavoro che non stavano effettuando, un orario sbagliato dunque, in cui i lavoratori non c’erano nell’impianto perchè erano stati comandati soltanto due ore dopo”. Lo sciopero sta proseguendo. L’impianto è bloccato.