fbpx
lunedì, Gennaio 24, 2022

Coop, a Nola è Natale di ripresa. Manfredi, Mensorio e Minieri: “Sviluppo concreto” (le foto)

Giovedi il taglio del nastro del superstore nel Vulcano Buono. Prodotti di qualità, prezzi contenuti, chilometri zero  e rigidi presidi anti Covid     

 

A giudicare dagli investimenti si prospetta un Natale di rilancio produttivo e occupazionale nella grande distribuzione alimentare. Giovedi mattina è stato infatti inaugurato il nuovo superstore Coop nel centro commerciale Vulcano Buono, a Nola. Questo impegno del marchio Coop ha consentito la riapertura, dopo quasi un anno, di un supermercato nel modernissimo centro commerciale nolano, consentendo il rientro al lavoro di 85 ormai ex cassintegrati a zero ore, che fino a un anno fa operavano sotto l’insegna ex Auchan. Il supermercato  di Nola della grande distribuzione commerciale fu chiuso alla vigilia di Capodanno, il 31 dicembre del 2020. Ma adesso i lavoratori tornano a respirare grazie a un investimento che segna una controtendenza nel Napoletano, dove molte aziende stanno patendo il morso della crisi, alimentata dalla pandemia. Un investimento promosso dalla GDM, la società campana che ha avuto da Coop alleanza 3.0 l’autorizzazione a riportare il marchio e i prodotti Coop in provincia di Napoli. Sempre grazie alla collaborazione tra GDM e alleanza 3.0 è stato per esempio possibile riaprire il superstore di Giugliano, nel parco commerciale Grande Sud, cosa che anche in questo caso ha consentito il rientro al lavoro  di 110 cassintegrati ex Auchan. Ma lo sforzo di Coop non finisce qui. Si prevedono altre due aperture: a Volla e a Casoria. Un piano di espansione caratterizzato da investimenti adeguati al mercato: prezzi contenuti e prodotti di qualità, chilometro zero, spazi ampi e presidi anti Covid rigidamente rispettati. All’inaugurazione di giovedi mattina, a Nola, hanno partecipato il sindaco della città, Gaetano Minieri, e due esponenti della Regione Campania, i consiglieri regionali Giovanni Mensorio (Centro Democratico), presidente della commissione lavoro e attività produttive, e Massimiliano Manfredi (PD) molto impegnati in questa vertenza. La santa messa tenuta al taglio del nastro è stata officiata da don Aniello Tortora, vicario della diocesi di Nola per le pastorali. Presente anche don Pasquale Capasso, vicario del vescovo Francesco Marino. “Il lavoro è dignità – ha detto il sindaco Minieri – e la politica deve mobilitarsi per chi ne ha bisogno”. “Sono molto felice per questa inaugurazione, il mio cuore è pieno di gioia – ha aggiunto Giovanni Mensorio – con il Natale ormai alle porte tante persone sono rientrate al lavoro: è stato premiato uno sforzo della Regione. La politica deve essere serietà nella concretezza”. “E’ un giorno molto importante – ha concluso Massimiliano Manfredi – dopo una pandemia così dura e diversi stop and go il nuovo investimento a Nola è stato portato a compimento. Voglio però ricordare l’impegno profuso dall’assessore regionale alle attività produttive, Antonio Marchiello: si è speso molto per la buona riuscita di questo sviluppo produttivo e occupazionale così rilevante”.   

            

Ultime notizie
Notizie correate