CONDIVIDI

“Plaudiamo al lavoro degli investigatori che ha permesso di arrestare i presunti responsabili della sparatoria avvenuta lo scorso 17 maggio presso l’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. Le forze dell’ordine hanno garantito alla giustizia dei soggetti dall’elevata pericolosità sociale, capaci di aprire il fuoco addirittura in un nosocomio. Qualora dovessero risultare colpevoli in seguito al processo auspichiamo che gli siano inflitte delle pene esemplari. Non deve sussistere alcun tipo di accondiscendenza nei confronti di chi commette un crimine così assurdo e ingiustificabile”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli. “La sparatoria al Vecchio Pellegrini dello scorso maggio non è altro che un esempio più grave dell’ondata di violenza che sta interessando le strutture sanitarie, con picchi senza precedenti. Torniamo a ribadire l’urgenza di istituire dei presidi fissi di polizia negli ospedali per garantire dei livelli adeguati di sicurezza ai pazienti e al personale medico e sanitario. Speriamo vivamente che Viminale, Prefettura e Questura ci diano ascolto perché, oramai, siamo giunti ad un punto di non ritorno”.