XIV edizione Napoli Film Festival: 24 settembre – 3 ottobre

0
184

La “piccola” rassegna napoletana continua a ritagliarsi uno spazio importante nel circuito dei festival. Anche quest’edizione presenta numerosi motivi di interesse tra giovani esordienti, grandi nomi e iniziative a sostegno del cinema.

La XIV edizione del Napoli Film Festival si svolge dal 24 settembre al 3 ottobre con un cartellone interessante concentrato nelle due sedi di Castel Sant’Elmo e dell’Istituto francese “Grenoble”. Il Festival, come da tradizione, seguirà un approccio itinerante “espandendosi” verso altre location della città come l’Accademia delle Belle Arti o il Palazzo delle Arti (PAN, foto).

Il festival napoletano è diventato negli anni un appuntamento molto sentito soprattutto per la caccia ai giovani talenti. Le sezioni più ricche ed interessanti sono proprio quelle rivolte agli autori emergenti, ai cortometraggi, ai documentari, con iniziative che non si fermano alla proiezione delle opere ma prevedono anche discussioni e incontri con registi e critici. La categoria “Schermo Napoli” prevede tre riconoscimenti per premiare il miglior corto, il miglior documentario e la migliore opera presentata dalle scuole. “Concorso Europa, Mediterraneo” mostra una selezione di opere di registi giovani italiani, francesi, spagnoli, palestinesi, con il filo conduttore di un’ambientazione strettamente legate ai paesaggi e alle vicende storiche di Paesi europei e mediterranei.

Negli appuntamenti di “Parole di Cinema” il professore Augusto Sainati condurrà una serie di lezioni sul cinema e sul mestiere di regista. Interessanti anche gli ospiti della manifestazione. La sezione “Incontri” prevede appuntamenti e chiacchierate con Maurizio Casagrande, Renzo Arbore, Tinto Brass (il quale presenterà uno dei suoi film più importanti e innovativi, L’Urlo del 1968), Ivan Cotroneo, Peppe Servillo, Paul Vecchiali e altri ancora. Sabato 29 ottobre l’associazione Indinapolicinema traccerà il bilancio di un anno di iniziative per il supporto al cinema indipendente, con la presentazione di una proposta di legge regionale. Martedì 2 ottobre verrà proiettata “Legends”, la prima serie web di genere fantasy interamente preparata a Napoli.

“Percorsi d’autore” propone al Grenoble una retrospettiva su due degli autori più importanti del cinema mondiale, François Truffaut e Paul Vecchiali. Del primo verranno proiettati 9 film, dal primo capolavoro Jules et Jim (1961) fino all’ultimo film prima della scomparsa, Finalmente domenica (1983); difficile scegliere 9 opere rappresentative di uno dei maestri del cinema francese e della Nouvelle Vague, ma la selezione alterna in modo intelligente dei classici irrinunciabili (Jules et Jim, appunto, ma anche L’ultimo metro, L’uomo che amava le donne, Effetto notte) ad altri titoli meno conosciuti.

La retrospettiva è un’occasione unica – per cinefili e non – per assistere alla proiezione di capolavori indimenticabili che hanno fatto la storia del cinema. Di Paul Vecchiali – autore solo per motivi anagrafici “vicino” alla Nouvelle Vague – verranno proiettate 12 opere, tra le quali Encore (1988) – uno dei film più celebri sul tema dell’omosessualità e uno dei primi ad affrontare il problema dell’AIDS – e l’ultimo film Retour a Mayerling (2012). Ci sarà anche l’occasione di assistere ad una lezione di cinema tenuta dal regista francese all’interno della sezione “Parole di cinema”.

Nel mercato saturo dei festival internazionali, la rassegna napoletana continua nella sua politica di coniugare uno sguardo al passato (i grandi nomi della storia) con la possibilità di offrire un palcoscenico a registi giovani e iniziative a sostegno del mercato cinematografico. Anche per quest’edizione le premesse e – si spera – la risposta del pubblico sembrano molto interessanti.

CINEMA E PAROLE