CONDIVIDI

Questa mattina all’alba sono scattate le manette per quattro persone vicine al clan Cuccaro-Aprea. Tra loro un ex consigliere comunale di Cercola, accusato di essere l’intermediario della cosca.

Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco hanno dato esecuzione, a Cercola, ad un’ordinanza di custodia cautelare a quattro persone accusate di essere vicine al clan Cuccaro-Aprea e di aver estorto denaro alla società vincitrice dell’appalto. La misura trae origine da un’indagine della Tenenza di Cercola iniziata nel marzo del 2012 a seguito della denuncia sporta dal titolare di una società aggiudicataria di appalto per la raccolta di rifiuti urbani nel Comune di Cercola. Le indagini, coordinate dalla Dda di Napoli, hanno permesso di scoprire anche il ruolo di intermediazione di un ex consigliere comunale di Cercola.

I quattro fermati sono Andrea Andolfi, 38 anni; Alfredo Tammaro, 39 anni, ex consigliere comunale di Cercola; Antonio Martinelli, 28 anni; e Rosario Martinelli, 51 anni . Andolfi era già in carcere per altri reati. Durante le indagini, i Carabinieri hanno raccolto elementi su una richiesta estorsiva proveniente dal clan di Barra , in particolare da Andolfi, figura apicale del sodalizio, fatta arrivare all’imprenditore attraverso due insospettabili titolari di una concessionaria a Pollena Trocchia.
(Fonte Foto: Rete Internet)