Stellantis Pomigliano: picchetti e blocchi dei lavoratori delle pulizie

0
771
Stellantis, la protesta di oggi degli operai delle pulizie Elasis
Stellantis, la protesta di oggi degli operai delle pulizie Elasis

Gli operai dell’impresa in appalto hanno scioperato per tutto il giorno  

 

Hanno scioperato per molte ore i lavoratori della ditta di pulizie che opera in appalto con il centro ricerche e sviluppo ex Elasis della Stellantis di Pomigliano. Si tratta di venti operai che avevano praticamente perso il posto di lavoro a causa dell’estromissione della loro ditta dalla prosecuzione delle attività per conto della committente. Raggiunti da questa brutta notizia, i pulitori si sono quindi recati stamattina, alle otto, davanti all’ingresso della ex Elasis, in una traversa di viale Impero, a Pomigliano, dove lavorano centinaia di persone. Persone che però non hanno potuto fare ingresso in fabbrica a causa del picchetto messo in piedi sull’entrata dello stabilimento dagli addetti alle pulizie. Questo blocco è durato circa tre ore, fino alle undici del mattino. Dopodiché il picchetto è stato sciolto. Ma è stata solo una tregua armata. All’una e mezza del pomeriggio gli scioperanti sono tornati alla carica e hanno di nuovo paralizzato con un secondo picchetto l’accesso alla ex Elasis.

La Soluzione

Le ostilità sono proseguite fino alle 17, quando è giunta la notizia che tutti speravano. Secondo quanto fatto sapere alle maestranze delle pulizie i licenziamenti infatti non ci saranno. I venti lavoratori potranno proseguire le attività grazie a una proroga di sei mesi dell’appalto per il quale sono impiegati. Alle cinque del pomeriggio la protesta è dunque cessata. Resta però sullo sfondo una situazione produttiva e occupazionale davvero incerta nel settore degli appalti di servizi. Un settore che è una vera giungla dominata da una sostanziale deregulation di mercato, da salari molto bassi e da una costante precarietà occupazionale.