CONDIVIDI

Da piazza Europa, riaperta con un’inaugurazione il 25 febbraio 2020 e di recente oggetto di una serie di lavori di riqualificazione e rimozione di strutture nel tempo vandalizzate, mancano alcune attrezzature tra cui i pannelli e il relativo impianto fotovoltaico. Il consigliere Vincenzo Piscitelli ha chiesto, con un’interrogazione a sua firma, se fosse stata sporta denuncia e se ne esistano di pregresse che testimonino furti e atti di vandalismo. La vicenda era stata portata alla luce sui social dal testimone di giustizia Gennaro Ciliberto.

La risposta è toccata all’assessore Maria La Montagna la quale ha confermato che non esiste un inventario ma che c’è, invece, una meticolosa documentazione fotografica che attesterebbe lo stato dell’area. Immagini, si è detto, che dimostrerebbero come il furto dell’impianto fotovoltaico risalga al periodo precedente all’insediamento della giunta Di Sarno. Un versione che Piscitelli ha contestato. «Non ci si può limitare ad un repertorio fotografico senza preoccuparsi di fare un inventario, l’amministrazione potrebbe essere tacciata di mancata custodia. Spero che si provveda e che si sporga anche denuncia per furto, accertando cosa sia accaduto». «Vi sono accertamenti in corso – ha replicato l’assessore – stiamo acquisendo documentazione, intanto il confronto costruttivo è prerogativa di una vera comunità».