CONDIVIDI
Il consigliere Peppe Nocerino

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del movimento politico “Siamo Sommesi”.

Il gruppo politico Siamo Sommesi vuole rispondere alle dichiarazioni del consigliere Pasquale Piccolo, rilasciate in merito alla determina n.632 del 19.11.2020, con la quale a Somma Vesuviana si è dato il via al reclutamento di cinque vigili urbani.

<<Le sue parole sono fuorvianti e diseducative.>> Ha commentato il consigliere, Giuseppe Nocerino, del gruppo politico di maggioranza al consiglio comunale “Siamo Sommesi. Il consigliere Piccolo accusa l’amministrazione Di Sarno di aver negato “la possibilità e la speranza di inserimento a dei giovani sommesi attraverso l’espletamento di un concorso pubblico” (Cit.)

<<Innanzitutto, un concorso di vigili non può e non deve avere nella scelta preferenze sulla provenienza territoriale di chi concorre.>> Ha continuato Nocerino. <<Parliamo di un concorso pubblico che, essendo nazionale, non ci dà la certezza di ritrovare nell’organico cinque nuovi vigili che siano residenti già a Somma Vesuviana.>>

Il consigliere Piccolo, inoltre, si riferisce all’eventualità di organizzare un concorso ad hoc solo per sommesi, che avrebbe permesso ai giovani del territorio di inserirsi nel reclutamento e che avrebbe richiesto tempi un po’ più lunghi (90-120 giorni) per cui non basta giustificare tale scelta adducendo come motivazione la brevità dei tempi.” (Cit.)

<<Ricordiamo al consigliere Piccolo che le cinque unità di personale a cui l’avviso si riferisce, non è rivolto all’individuazione di vigili stagionali che sarebbero disponibili, ad esempio, per due o tre mesi tali da permettere nell’eventualità una preferenza verso chi conosce il territorio.>> Spiega sempre Nocerino. << L’avviso è chiaro al riguardo e si riferisce a vigili urbani a tempo indeterminato, dunque, è giusto far fede allo scorrimento di graduatoria di concorsi espletati in altri comuni, con personale risultato idoneo e residente anche al di fuori del nostro territorio. Sarebbe irrispettoso il contrario. Quando dico che le dichiarazioni del consigliere Piccolo sono poco educative lo faccio perché non è assolutamente possibile avvantaggiare in uno scorrimento di graduatoria di un concorso pubblico nazionale i soli cittadini sommesi. >>