CONDIVIDI

 Al Casamale torna più prepotente che mai la questione “movida selvaggia”, che nel week end  toglie pace, sonno e libertà ai residenti. 

Tra i tantissimi giovani perbene che scelgono il centro storico per trascorrere piacevoli serate , continuano ad “infiltrarsi” soggetti incivili e violenti. Schiamazzi fino  alle prime luci dell’alba, sosta selvaggia, vere e proprie corse con auto e mezzi di grossa cilindrata  lungo i vicoli del borgo. Senza Ztl, sospesa in seguito all’emergenza sanitaria, il borgo è sprofondato nuovamente nella morsa nell’inciviltà. Pochi giorni fa una delegazione di residenti del Casamale è stata ricevuta dal sindaco per discutere proprio della questione movida e sicurezza sul borgo. Il sindaco Di Sarno ha spiegato ai presenti che fino al 14 luglio, stando alla normativa regionale  anti covid , non potrà essere ripristinata la ztl. Dal 16 luglio però il sindaco ha assicurato che il borgo sarà chiuso al traffico, che saranno messe transenne e che i giovani che hanno investito sul borgo aprendo locali potranno anche mettere tavoli all’esterno. “Aspetteremo fino al 16- ci spiegano i presenti all’incontro con il sindaco- e poi decideremo il da farsi. Siamo fiduciosi, volgiamo credere alle promesse del sindaco. Ma nell’eventualità che nulla dovesse cambiare, invieremo un esposto alla Procura. Se dovesse essere necessario, andremo fino a Roma. Ora basta: non ci fermeremo più. Il centro storico va vissuto ma va rispettato, i giovani che da poco hanno  aperto i locali vanno incoraggiati ad andare avanti e  i residenti devono sentirsi sicuri e tutelati. Non accetteremo più scuse.”