CONDIVIDI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due post social sulla vicenda della scuola di via De Matha, opera dell’architetto Aldo Loris Rossi, hanno portato novità. Il sindaco Salvatore Di Sarno – sulla sua pagina ufficiale – fa marcia indietro e sembra aver già archiviato la demolizione della struttura approvata in giunta e proposta dall’assessore Esposito; il consigliere di opposizione Salvatore Rianna, in un post di replica precisa che, prima di scriverlo su Facebook, la delibera di giunta andrebbe annullata ma aggiunge: “Accogliamo con gioia la notizia, ma nonostante il dietrofront attendo l’ufficialità e tutta la documentazione già richiesta”.

Botta e risposta a parte, è interessante la risposta dell’Utc che «interpreta» l’idea della demolizione e ricostruzione come un «restauro filologico». Forse sarebbe stato sufficiente dire di aver cambiato idea, che è spesso un sintomo di intelligenza dinanzi a dati di fatto o ad una sorta di sollevazione popolare, come in questo caso.