Somma Vesuviana, l’ associazione AALT premia gli alunni meritevoli del Liceo Torricelli

0
1099

Ancora festeggiamenti in occasione del 50° Anniversario della nascita del Liceo Scientifico-Classico “E. Torricelli”. Nell’ambito della mostra dedicata a Leonardo Da Vinci, seguirà la premiazione degli studenti meritevoli. Presenzierà all’evento anche l’AALT, Associazione Allievi Liceo Torricelli.

Si sente spesso parlare di meritocrazia, generalmente in discorsi al negativo. Ogni giorno si susseguono notizie di denuncia, di affronto verso un sistema valoriale che viene poco o nulla preso in considerazione. Le scorciatoie sono sempre più facili e appetibili per tutti quelli che non amano sporcarsi le mani, che non sanno cosa significhi fare rinunce, sudando sette camicie pur di raggiungere l’obiettivo tanto ambito – ammesso che ciò accada. Perché non tutto finisce sempre con il lieto fine, perché l’Italia è un Paese che non garantisce spazio a chi merita davvero – non sempre. Però, poi, capita di imbattersi in iniziative culturali fortemente volute da un liceo di provincia e tutto cambia. Come una boccata d’aria fresca, così arrivano le notizie dal Torricelli: e allora rinasce la voglia di impegnarsi per qualcosa che poi sarà realmente ripagato.

Il prossimo sabato 25 gennaio 2020 i protagonisti saranno i giovani meritevoli, che hanno mostrato con impegno e dedizione di aver portato brillantemente a termine un percorso scolastico con il massimo dei voti. Non mancherà all’evento l’AALT, l’Associazione Allievi Liceo Torricelli, che per l’occasione conferirà agli studenti meritevoli un simbolo di riconoscimento per l’ottimo lavoro compiuto. Tale Associazione nasce con lo scopo di riunire non solo gli attuali studenti del Liceo, ma anche gli ex e i futuri allievi che hanno avuto e avranno l’opportunità di sedere tra i banchi per prendere parte a iniziative culturali di tutto rispetto. Tra i professionisti sommesi che animano l’AALT e si attivano in prima linea per diffondere il sapere nella comunità, già presenti all’inaugurazione della mostra su Leonardo, Michele Coppola, avvocato e presidente dell’Associazione, accompagnato dal  Nello Tuorto, direttore generale di Finetica,  avranno il piacere di stringere la mano ai campioni dell’oggi.

Alla luce di questo cambiamento, del modus operandi di un istituto e di un’Associazione che da esso trae linfa vitale, vanno accolte e apprezzate le iniziative del Torricelli. Un ritorno alla bellezza, all’arte, alla cultura che da sola può accendere i riflettori sulle brillanti menti che domineranno il domani, che conoscono il valore del sacrificio e che, nonostante le difficoltà, evitano le scorciatoie, preferendo strade tortuose purché queste portino alla vetta più alta da cui poter ammirare un panorama mozzafiato. C’è speranza per la città, per chi crede e spera in un futuro migliore.

“Un libro e una penna possono cambiare il mondo”.

(fonte foto: rete internet)