Somma Vesuviana, “capace s fanno sul ‘e fessi”

0
171

Di fronte alle situazioni paradossali, mia nonna era solita dire: “Capace se fanno sul ‘e fessi…”  In questa città alcuni pensano che siamo tutti fessi e che ci beviamo tutte le chiacchiere. 

 

Vi sembra normale che, in una comunità di oltre 40mila abitanti, la polizia municipale non possa svolgere il delicato e importantissimo servizio di controllo fuori dalle scuole? “Non ci sono, sono pochi”. Questa la risposta che arriva da anni. Sono pochi e va bene, e allora vogliamo risolvere o aspettiamo le promesse di campagna elettorale per poi ricominciare daccapo subito dopo con il niente di fatto? Macché, “non c’è personale” come se la risposta bastasse a fornire un alibi di ferro! E quei pochi, ve lo starete chiedendo, perché non potrebbero svolgere il servizio fuori dalle scuole? Semplicemente perché, ci dicono, il servizio inizia alle 8,00 e, tra timbro cartellino e avvio auto, sarebbero ormai le 8, 15, ora nella quale gli alunni sono già in classe.   Allora, ci si chiede: perché non provvedere? Perché non fare come in passato e avvalersi della collaborazione della Protezione Civile, tanto per fare un esempio?  Ed è qui che non ci facciamo capaci. Ma il contratto della polizia municipale di Somma è diverso da tutti i contratti dei poliziotti municipali degli altri paesi vicini? Mah! Altra domanda difficile,  esiste un dialogo/confronto tra il comando della polizia municipale e l’ente comunale?  “Certo…”. E se è così come mai non si è disposto e concordato un piano viabilità in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico?” Nessuna risposta, è come se il comando fosse uno staterello autonomo, come se non esistesse. Pertanto, ci si arrangia con le pezze, con l’utilizzo delle persone con il reddito di cittadinanza. Persone, che per quanto possano essere volenterose, vengono continuamente ignorate e spesso aggredite dagli incivili. Non vogliamo certo qui giustificare inciviltà e maleducazione per non dire di peggio, ma la verità è che per mostrare un minimo di autorità e competenza anche in una sorveglianza fuori dalla scuola bisogna essere formati. Un pochino, ma formati.  E così capita che il pulmino sia costretto a fermarsi al centro della strada perché il posto è occupato da auto in sosta e in barba al divieto. Il pulmino fermo al centro della strada, circondato da mezzi pesanti e file di auto e bimbi che a stento possono raggiungere la scuola. E così capita che si può parcheggiare ovunque, davanti ai passi carrabili, sul posto dei disabili, davanti ai portoni, perfino davanti ai binari incustoditi e ovunque si trovi un angolo in spazi piccoli e angusti visto che c’è penuria assoluta di parcheggi in zona. Alzi la mano chi ritiene sia normale che in questa città, concentrata sulle beghe partitiche e sul conto di chi ancora deve contare, tutto il resto passi in secondo piano? Noto a tutti, nonostante una ridicola apparenza, che  esista una grossa frizione tra l’amministrazione e il comandante della polizia municipale, una frizione che ovviamente non porta a nulla di buono. L’amministrazione da circa un anno è concentrata e impegnata per capire come fare a risolvere la situazione drasticamente ma con scarsi risultati, tant’è che  una delibera, strutturata ad hoc per rimuoverlo, è stata contestata da un consigliere della stessa maggioranza! In attesa che le parti trovino la quadra, il territorio è completamente fuori controllo, la viabilità è in tilt, ognuno decide di mettere dossi illegali dove cavolo gli pare(vedi via Marigliano), il traffico paralizza la città, fuori le scuole ogni giorno c’è tensione e c’è il serio rischio che possa succedere qualcosa di grave, il Casamale è sempre  in attesa della Ztl, l’abusivismo edilizio regna imperante, i nuovi parcheggi vengono “cancellati” dal piano delle opere pubbliche,  chi si oppone rischia la diffida, i vecchi parcheggi vengono utilizzati al minimo e  qualcuno resterà per sempre un cantiere, gli ausiliari del traffico sono sempre in proroga e demotivati e si continua a “sopravvivere”, a restare a galla.

(fonte foto: rete internet)