CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo da Anna Esposito, residente e attivista del borgo Casamale, una precisazione.

“In merito alla dichiarazione del sindaco durante l’inaugurazione del locale Aumm Aumm, ci tengo a precisare con forza che io, insieme a Francesco Calvanese  e all’ingegnere Arcangelo Rianna, siamo andati al Comune SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per chiedere notizie sulla ztl, per parlare di sicurezza  e per chiedere l’ installazione di TELECAMERE.  Non è corretto insinuare il dubbio nei residenti e negli amici esercenti facendo credere che andiamo e remiamo contro di loro. E non è altrettanto corretto far credere che siamo contro i giovani e la movida. Sono stata sempre dalla parte di chi e di quanti investono e vogliono investire sul borgo ed è anche  per loro che mi espongo e mi esporrò sempre in prima persona: i nostri giovani devono vivere e fruire del borgo in modo sicuro e i giovani esercenti devono poter lavorare in modo sereno. Non siamo e non sono contro la movida educata ma contro chi non rispetta le regole (leggi qui), contro chi sfreccia lungo i nostri vicoli, chi danneggia le nostre auto, chi ruba, rompe, chi spaccia, chi al nostro invito ad andare piano ci ha aggredito (è successo anche questo) sia verbalmente che fisicamente, chi parcheggia prepotentemente davanti alle nostre porte senza alcun rispetto.  Ho chiesto, e lo chiederò sempre, rispetto per il mio borgo, sto chiedendo a viso aperto e pubblicamente di rendere sicuro il borgo con la Ztl. Ribadisco: sono stata al Comune e, se è necessario ci andrò ancora, per sollecitare l’amministrazione a dare dignità al Casamale con il ripristino della ztl. Sogno, insieme a tanti residenti del borgo, di poter passeggiare liberamente tra i nostri  vicoli senza il timore di  essere investiti, di pote prendere un caffè o di consumare  aperitivi seduti ai tavolini nei pressi delle belle botteghe e i locali  che stanno aprendo. Questo è il sogno che si vive in alcuni  borghi dei paesi vicini: perché al Casamale no? Dunque, non facciamo passare messaggi sbagliati, non gettate ombre tra di noi, non fateci e  non fatemi  passare per una che non vuole far rifiore il borgo: non ve lo consento! Siate onesti, siate obiettivi, siate coerenti!”