CONDIVIDI

No Banner to display

Mercoledì 23 giugno alle ore 19:30 nell’ Insigne Collegiata del quartiere Casamale, la presentazione della collana Campania Bellezza del Creato di Giuseppe Ottaiano.

 

 

Campania bellezza del creato è un importantissimo progetto editoriale di valorizzazione e diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, naturalistico e antropologico della regione Campania, nato per sviluppare l’educazione alla sua tutela. E’ il desiderio – spiega Giuseppe Ottaiano, ideatore del libro ed esperto in comunicazione – di raccontare le proprie radici e di squarciare il velo dell’indifferenza per porre l’accento sulle peculiarità della Campania, attraverso una narrazione immaginifica che non si limita a riprodurre i paesaggi, i colori o persino i sapori della terra, ma rivela allo spettatore le arti, le melodie e la vivacità di una straordinaria bellezza in essi custodita.

Una bellezza onnicomprensiva che Giuseppe Ottaiano ha voluto documentare, per una gran parte del territorio campano, nelle immagini fotografiche contenute nei tre volumi della collana Campania bellezza del Creato:

  • Campania bellezza del creato, dedicato ai vari aspetti del paesaggio della nostra regione
  • Terre d’acqua, dedicato alla valorizzazione del patrimonio naturalistico e idrico campano
  • Terre di vite, dedicato alla conoscenza del paesaggio vitivinicolo della nostra regione

L’autore, peraltro, è già stato presente il 16 aprile di quest’anno nella Collegiata con un percorso espositivo virtuale dedicato all’installazione artistica Gocce d’Acqua: una selezione di oltre  180 sagome di gocce, dipinte da 51 artisti e da oltre 100 allievi di 7 istituti artistici campani.

Giuseppe Ottaianoafferma lo scrittore e bibliotecario Mauro Giancasproè un uomo che non solo va alla scoperta della Bellezza del Creato, ma anche di quella lasciata dall’opera dell’uomo in un tempo in cui la sua creatività e il suo ingegno non si sovrapponevano alla grande opera della natura, ma la assecondavano, la valorizzavano, la proteggevano, la difendevano.