Somma, 9 ausiliari del traffico senza lavoro: scatta la protesta

0
816

Riceviamo e pubblichiamo

Era il 2018, quando la TMP srl società a cui era appaltata la gestione del servizio strisce blu sul Comune di Somma Vesuviana, dichiarò e comunicò alle istituzione comunale e alle parti sociali, la volontà di recedere dall’appalto.

Da quel momento il sindacato SI.NA.L.P. degli ausiliari del traffico, a tutela dei suddetti lavoratori, cominciò a richiedere al Comune, committente del servizio, l’indizione della nuova gara.

Tuttavia, si è arrivati poi, alla scadenza contrattuale dell’appalto nel mese di marzo 2021 ed in assenza della nuova gara, alla TMP srl, fu concessa la proroga del servizio.

Tuttavia, nonostante le continue richieste del sindacato, dei tavoli di incontro con il Sindaco e i vari e diversi assessori delegati, inspiegabilmente nessuno si è occupato di preparare ed inviare gli atti di gara alla CUC.

Ancora nel mese di marzo 2022 veniva approvata in giunta la fase di elaborazione degli atti di gara ed affidato l’incarico di redigere il Capitolato all’architetto Pasquale Esposito.

Purtroppo anche questa fase è svanita nel nulla e come prevedibile conseguenza il 19 dicembre 2022, la TMP recedeva dal servizio, spegnendo definitivamente le macchinette del parcometro e di fatto licenziando i 9 ausiliari del traffico.

In questi anni l’azione di questo sindacato è stata sempre trasparente e propositiva con l’amministrazione al fine di proteggere i lavoratori ausiliari, dalle possibili conseguenze derivanti dalla negata manifestazione di interesse della società per il miglioramento del servizio.

I lavoratori stessi hanno reso in questi anni la propria prestazione, nonostante tanti impedimenti, negligenze e disagi, spesso proponendo soluzioni e miglioramenti, mai raccolti né dalla società, né dall’amministrazione.

Oggi la verità è che ben nove lavoratori con le rispettive famiglie sono sul lastrico per la perdita del lavoro e nonostante sia già trascorso oltre un mese dall’evento alcuna garanzia certa, è pervenuta dall’amministrazione comunale, che avrebbe potuto evitare tale deriva scontata e preannunciata da tempo.

Questo sindacato sta organizzando per fine mese una manifestazione dei lavoratori, al fine di porre al centro le loro istanze, in una fase di congiuntura economica in cui dovrebbe essere interesse di tutti preservare il lavoro e la dignità sociale di ciascuno.

Restiamo in attesa di conoscere la scelta dell’amministrazione, se per il territorio di Somma Vesuviana, auspica ancora una gestione civile e regolamentata dei parcheggi, come avviene in quasi tutti i comuni confinanti.

Noi non accetteremo più proclami, ma ci aspettiamo fatti concreti!