Sant’Anastasia, tre giorni di eventi a Capodivilla: De Gustibus et Historia

0
737

Weekend di storia e cultura a Capodivilla. Portoni aperti, musica, spettacoli, folklore e tipicità gastronomiche e di artigianato locale.

“De Gustibus et Historia”, kermesse cofinanziata dalla Regione Campania per i comuni di Sant’Anastasia, Torre del Greco, Boscotrecase, Sant’Antonio Abate e Trecase con la direzione artistica di Liborio D’Urzo, abbraccia itinerari enogastronomici e turistici tra storia, tradizioni e folklore. Lo scenario scelto per Sant’Anastasia è il quartiere storico di Capodivilla, con “Tradizioni, Saperi e Sapori” promossa dall’amministrazione comunale e dalla Pro Loco Sant’Anastasia. Una tre giorni ricca di eventi che si aprirà domani, venerdì 2 dicembre, alle 18, con l’apertura degli spazi espositivi e degli stand gastronomici. Dopo i saluti del sindaco Carmine Esposito e dell’assessore Veria Giordano (cultura e turismo), lo spettacolo musicale a cura del gruppo etnico popolare “I Bazzariotti”. Sabato 3 dicembre, giorno del santo patrono di Sant’Anastasia San Francesco Saverio, è prevista (ore 10.00) un’esibizione musicale a cura degli istituti comprensivi del territorio e una visita guidata, tra le curiosità storiche e le bellezze del rione, a cura degli studenti del “Luca Pacioli”. La giornata proseguirà con l’apertura degli stand espositivi e gastronomici (ore 18.00), gli incontri in strada con esposizione di lavori di artigianato locale e con (ore 19, 30) “La storia di Partenope e Vesuvio”, narrazione musicale sui miti intorno all’origine di Napoli. Domenica 4 dicembre gli stand saranno aperti dalle 10 del mattino e alle 19, 30 ci sarà il Gran Concerto Bandistico Città di Noicàttaro diretta dal maestro Giuseppe Carannante.
Per info e prenotazioni delle visite guidate ci si può rivolgere al numero 3288431145

“L’evento De Gustibus et Historia si inserisce alla perfezione nella cornice del percorso culturale avviato dall’amministrazione comunale e mirata al recupero delle radici storiche e delle tradizioni – dice l’assessore Veria Giordano – e l’evento di presentazione della rassegna tenutosi poche settimane fa in aula consiliare, con i racconti e gli interventi sulle nostre usanze che inevitabilmente riverberano sul futuro, è stato un tuffo magico nel passato come lo sarà questo fine settimana nel quartiere Capodivilla”.
“La nostra storia è fondamentale – dice il sindaco Carmine Esposito – e sono particolarmente felice del coinvolgimento degli studenti che hanno compiuto un lavoro eccezionale di ricerca sulle tradizioni popolari anastasiane e che in questo evento faranno da Cicerone ai visitatori”.