Home Politica Sant’Anastasia, Mario Gifuni: «Indignati per l’amministrazione della triade commissariale»

Sant’Anastasia, Mario Gifuni: «Indignati per l’amministrazione della triade commissariale»

CONDIVIDI

L’ex presidente del consiglio comunale, candidato sindaco alle ultime amministrative con la Lega e consigliere uscente, si dice indignato per la gestione dell’emergenza coronavirus a Sant’Anastasia e spara a zero contro il commissario prefettizio e i due subcommissari.

 

«Il paese è abbandonato, ripiegato su se stesso – dice Gifuni – i commissari non comunicano nulla, non c’è disinfezione delle strade, la raccolta dei rifiuti procede a rilento, non si vede un quadro generale di comunicazione per esercizi commerciali e attività produttive. Sant’Anastasia è totalmente senza guida».

Una presa di posizione simile a quella che ieri avevano esternato sia l’ex assessore all’ambiente Alfonso D Fraia sia portavoce e segretario di SìAmo Anastasiani, Ciro Pavone e Ciro Terracciano. «Ed è incredibile che con l’emergenza e le raccomandazioni giornaliere che ci arrivano, per fortuna, dalla tv e dagli organi sovracomunali, a Sant’Anastasia oggi si tenga il mercatino settimanale».

«Siamo stati sfortunati – prosegue Gifuni – un commissario prefettizio ha rinunciato all’incarico, un’altra è arrivata ma non riesce a comunicare alla città ciò che sta accadendo. Non possiamo che augurarci che tutto ciò finisca presto ma anche che la triade commissariale vada via da questo comune e che, infine, i cittadini possano eleggere un governo che tenga alla nostra Sant’Anastasia».