Home Generali Sant’Anastasia, Marigliano, Pozzuoli e Napoli: igiene scarsa nei negozi. Tutti gli ultimi...

Sant’Anastasia, Marigliano, Pozzuoli e Napoli: igiene scarsa nei negozi. Tutti gli ultimi sequestri dei Nas

5757
0
CONDIVIDI

Riepilogo delle ispezioni effettuate dai Carabinieri del NAS di Napoli nei settori “alimenti” e “sanità”:

a Forio d’Ischia, a seguito di sopralluogo presso una locale attività di ristopub, i militari del NAS di Napoli hanno proceduto alla chiusura amministrativa – per uso alimentare – della citata attivita’, contraddistinta da diffuse e gravi carenze igienico sanitarie

a Napoli, in via Santa Teresa degli Scalzi, successivamente ad un sopralluogo ed ispezione igienico sanitaria condotta presso un ristorante –pizzeria, i Carabinieri del NAS di Napoli procedevano al sequestro amministrativo di kg. 30 circa di generi ittici congelati, pronti per la somministrazione, in quanto sono risultate violate le norme in materia di tracciabilità/rintracciabilità alimentare. Nella circostanza, per le non conformita’ igienico sanitarie e documentali e’ stata notificata al predetto diffida per l’adeguamento;

a Marigliano, al corso Umberto, i militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un supermercato ivi operante a conclusione della quale hanno proceduto alla immediata sospensione amministrativa dell’attivita’ di deposito esercitata in un’area esterna pertinente alla stessa, attrezzata con celle frigorifere di tipo industriale, poiche’ risultata priva di qualsivoglia titolo autorizzativo, in pessime condizioni igienico-sanitarie e strutturali e priva dei requisiti minimi di cui alla normativa europea vigente. Nel corso del controllo gli operanti procedevano, inoltre, al sequestro amministrativo di 80 kg circa, di prodotti alimentari tra cui pane, panini, pasta farcita ed altri prodotti di gastronomia farciti, in ordine ai quali la parte non era in grado di fornire qualsivoglia documentazione utile ai fini della rintracciabilita’ alimentare;

in Casandrino, in via Borsellino il NAS di Napoli ha eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un ristorante/pizzeria a conclusione della quale ha proceduto al sequestro amministrativo di 13 kg di alimenti vari e preparati di gastronomia (prodotti carnei e vegetali), risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare di cui alla normativa europea;

a Napoli, in via Pignasecca, militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un ristorante/pizzeria ivi operante a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di 20 kg di alimenti vari tra cui lattiero caseari, fette di carne di imprecisata natura, gamberi e  polpi, risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare  di cui alla normativa europea vigente;

i Carabinieri del NAS di Napoli hanno effettuato un’ispezione igienico sanitaria a carico di una gelateria operante nei pressi di Piazza Carità, a conclusione della quale hanno proceduto alla chiusura amministrativa dell’attivita’ di produzione e deposito esercitata al piano interrato della stessa, in ambienti tecnicamente attrezzati, rinvenuti carenti sotto il profilo igienico-sanitario e strutturale;

a Pozzuoli, in via Miliscola, al termine di mirati accertamenti conseguenti ad una verifica igienico sanitaria eseguita da personale del NAS precedentemente presso un’attivita’ di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, il competente ufficio SUAP-commercio, artigianato e altre attivita’ produttive del comune di Pozzuoli, con propria ordinanza, ha disposto l’immediata cessazione dell’esercizio commerciale, poiche’ ne veniva accertata la conduzione in assenza di qualsivoglia titolo amministrativo di cui alla normativa nazionale e comunitaria;

a  Sant’Anastasia, in via Madonna dell’Arco, i militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un’attivita’ di vendita all’ingrosso di frutta secca a conclusione della quale hanno proceduto alla chiusura amministrativa di un deposito alimentare interrato di oltre 100 mq, privo di qualsivoglia titolo autorizzativo e di ulteriori non conformita’ gestionali sulla tenuta dei locali.