Sant’Anastasia, il commissario pro movida: esperimento su piazza Trivio, sarà isola pedonale.

0
173

Nella delibera 82 del 2 luglio che il commissario Stefania Rodà ha approvato con i poteri di giunta comunale si dà il via ad un esperimento che riguarda il centro storico, ma anche Madonna dell’Arco. Ed è sicuramente un incentivo alle attività di ristorazione, dunque un vantaggio per quegli esercenti che nel periodo di emergenza post Covid-19 (tra l’altro, ricordiamo, non ancora terminato giacché restano in vigore le precauzioni del caso) sono stati tra i più penalizzati. Alcune misure, quelle che arrivano da disposizioni sovracomunali valgono ovviamente per tutti, a beneficiare invece delle misure che il Comune ha deciso di sperimentare saranno solo alcuni esercenti le cui attività sono a piazza Trivio e nell’area di Madonna dell’Arco.

 

Le disposizioni legislative e le misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia prevedono l’esonero parziale dal pagamento di Tosap e Cosap per le imprese di pubblico esercizio titolari di concessioni o di autorizzazione concernenti l’utilizzo di suolo pubblico e alcune deroghe riguardanti proprio quest’ultimo punto. Ma cosa accadrà, qual è l’esperimento? Partiamo da piazza Trivio, oggetto di polemiche infuocate fin dalla sua sistemazione da parte della giunta Abete: dal dispositivo di traffico al palco installato a ridosso della chiesa. Al momento quell’area, in applicazione dell’ordinanza 81 del dicembre 2017 (integrata dalle ordinanze 45 del 2018 e 6 del 2020) è già chiusa al traffico dalle ore 20 nel periodo invernale e dalle 20, 30 nel periodo estivo, fino alle 4 del mattino. Dunque il commissario Roda si è chiesta: come incentivare la ricettività turistica di Sant’Anastasia nel centro storico? La soluzione adottata è la seguente: pedonalizzazione sperimentale di tutta l’area di piazza Trivio, la rimozione degli stalli di parcheggio a pagamento (istituiti con delibera 141 del maggio 2018) e l’implementazione di un dispositivo di traffico finalizzato a deviare il percorso degli autoveicoli da e per il centro storico. In luogo dei parcheggi, le attività commerciali presenti in piazza potranno installare dehors (per capirci, tavolini, sedie, ombrelloni e via di seguito) e lavorare così anche di giorno.

Stessa cosa avverrà a Madonna dell’Arco, che la delibera indica come già idonea all’installazione di dehors.

Intanto, è stato affidato al responsabile del Suap l’approvazione di criteri tecnico estetici per le occupazioni di suolo pubblico, con arredi mobili da parte degli esercizi e compatibili con le caratteristiche paesaggistiche e urbanistiche; al responsabile di Polizia Locale e Viabilità la predisposizione di un dispositivo di traffico tale da consentire la pedonalizzazione di piazza Trivio, rimuovendo gli stalli, limitando l’accesso ai soli residenti, ai mezzi di soccorso o delle forze dell’ordine, e agli operatori incaricati della pulizia urbana nonché al carico e scarico per gli esercizi commerciali.  L’esperimento durerà fino al 31 ottobre 2020, a meno che il prossimo sindaco non vi metta fine prima.