Pomigliano, ladri di biciclette filmati dalle telecamere. Bike sharing ancora sospeso.

0
1795

Immagini non perfettamente nitide. Ma delineano l’esatta fisionomia dei delinquenti che hanno danneggiato l’iniziativa  comunale.        

Hanno un volto i “ladri di biciclette” in versione contemporanea. Proprio così: a distanza di tre giorni dal furto sono stati smascherati i delinquenti che hanno messo in ginocchio l’appena inaugurato servizio comunale di bike sharing, le postazioni per le bici in affitto. I predatori di biciclette pubbliche sono stati ripresi dalle telecamere della videosorveglianza installate nella centralissima piazza Primavera. Le immagini che immortalano i criminali mentre tagliano i ganci di sicurezza e portano via tutto sono state consegnate ai carabinieri. Intanto il sindaco di Pomigliano, Raffaele Russo, è fiducioso. «Il sistema di sicurezza – fa sapere – ci ha consentito di fornire alle forze dell’ordine le immagini del furto: chi ha trafugato le biciclette provocando un danno alla comunità e al servizio di bike sharing, di recente inaugurato, sarà, auspicabilmente, identificato in tempi brevi». Ieri mattina il comandante della polizia municipale, Armando Giuntoli, ha consegnato ai militari le immagini della videosorveglianza dalle quali si evince l’ora e la data del furto: lunedì 19 ottobre, tra le 2,38 e le 2,56 del mattino. Furto che si è consumato quindi nella notte tra sabato 17 e domenica 18 ottobre. Fasi sconcertanti nel corso delle quali sono state depredate le postazioni del bike sharing fatte allestire dal comune appena l’11 ottobre precedente. I ladri hanno agito a notte fonda tagliando i perni a cui erano agganciate le bici. Due le postazioni per il bike sharing prese di mira. Una è molto centrale, è quella appunto di piazza Primavera. L’altra è semiperiferica. Si trova nel parco pubblico. Il saccheggio ha costretto le autorità locali a sospendere il servizio della bici in affitto al costo di un euro per ogni mezz’ora di utilizzo. Un servizio immaginato per rendere più agevole e senza dover far ricorso all’uso dell’auto gli spostamenti nel centro urbano. Un problema, questo del furto di bici per bike sharing, che è ormai una piaga in tutta Italia. Basti pensare che nel 2013 il comune di Roma per un fatto del tutto simile ha subito un danno di oltre un milione di euro. Comunque dappertutto in Italia si stanno registrando furti sistematici alle postazioni di bike sharing installate nei vari comuni, grandi e piccoli, della penisola. Gli interrogativi puntano sulla prevenzione attraverso i sistemi elettronici. A Pomigliano, per esempio, sia in piazza Primavera che nel parco pubblico si trovano istallate complessivamente cinque telecamere. Non funzionano ancora in modo del tutto affidabile e costante ma sono riuscite a riprendere i criminali che hanno agito nella piazza più importante della città. Secondo quanto trapelato finora i filmati non riescono a far vedere distintamente le facce dei ladri. Ma la loro fisionomia è netta.  

(Fonte foto: rete internet)