CONDIVIDI

Un Tavolo per l’Ambiente (e per il futuro). Anche in altri comuni dell’area nolana le misure varate da tempo a Pomigliano d’Arco: dalla installazione degli abbattitori su tutti i tipi di canne fumarie, una limitazione del traffico veicolare e l’impegno costante per l’ambiente.

Nasce dunque il primo protocollo di intesa per le attività finalizzate a contenere l’inquinamento nell’area che comprende varie realtà, da Brusciano a Marigliano, da Mariglianella a San Vitaliano e oltre. Territori in cui vi sono diversificate problematiche ambientali che riguardano in primis l’inquinamento atmosferico. Il protocollo, che durerà un anno salvo tacito rinnovo, prevede l’intervento dell’azienda ASM, la municipalizzata pomiglianese che si assume impegni di intervento nei confronti dei cittadini, residenti in tutti i comuni firmatari del protocollo, e degli esercizi commerciali.

«L’Asm fornirà abbattitori per le canne fumarie limitando i costi e sarà più semplice per tutti anche sostituire gli impianti domestici con quelli a condensazione – spiega l’assessore Mariagrazia Tartari (responsabile dell’Ambiente nella giunta comunale di Pomigliano d’Arco)- sono incentivi che hanno una duplice finalità: consentire a chi intende dotarsi di apparecchiature moderne e soprattutto non inquinanti e salvaguardare l’ambiente, di conseguenza la propria salute e quella altrui. Ma è solo l’inizio perché questo protocollo favorirà una sinergia irrinunciabile, una collaborazione che permetterà la puntuale realizzazione delle attività previste e, non ultima, una più diffusa sensibilità ambientale».