Home Prima pagina Parco Nazionale del Vesuvio, presentato il Masterplan. Il Ministro Costa: “si apre...

Parco Nazionale del Vesuvio, presentato il Masterplan. Il Ministro Costa: “si apre una pagina nuova per il territorio vesuviano”

209
0
CONDIVIDI

Si è svolta questa mattina, presso il Palazzo Mediceo di Ottaviano, la conferenza stampa sulla presentazione del Grande Progetto Vesuvio. Alla presenza del Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, presentato il Masterplan degli interventi previsti sull’intero territorio: sentieri, ciclovie, ippovie, info points e porte del Parco.

In seguito agli incendi di natura dolosa dell’estate del 2017, che hanno alterato fortemente gli equilibri naturalistici del Parco Nazionale del Vesuvio, il Direttivo dell’Ente Parco ha varato il Grande Progetto Vesuvio. Si tratta di un programma triennale su cui sono stati stanziati 9 milioni di euro, atto a riqualificare la rete sentieristica. Nel corso della Conferenza, a cui hanno partecipato i principali vertici istituzionali dell’Ente Parco e i rappresentanti delle istituzioni locali, è stato presentato l’esito del lavoro del team di progettazione: si è giunti infatti all’attuazione di un Masterplan degli interventi da attuare all’interno del Parco.

Il progetto prevede la realizzazione di un sentiero pedonale di 54 km, un percorso bike di 40 km e uno dedicato all’equitazione, lungo 27 km. Verranno inoltre installati info points e 5 porte di accesso al Parco. In programma anche la creazione di un sentiero riservato alle persone diversamente abili.

«È un momento storico per il Parco Nazionale del Vesuvio -dichiara il Presidente dell’Ente Parco, Agostino Casillo– perché, dopo gli incendi del 2017, finalmente oggi possiamo parlare di rinascita. Con il Grande Progetto Vesuvio avremo una nuova rete di sentieri interconnessi lungo tutto i 13 comuni del Parco, migliorandone la fruizione turistica. Inoltre useremo l’ingegneria naturalistica per limitare i problemi generati dagli incendi».

«Con il Grande Progetto Vesuvio, si apre una pagina nuova per il territorio vesuviano -afferma il Ministro Costa– grazie alla sentieristica, alle ciclovie e agli info points ci sarà un rilancio sia sul piano naturalistico sia su quello economico. Occorre d’ora in poi concepire il Parco in modo nuovo: non sarà più il luogo del vincolo bensì quello delle opportunità. Verranno inoltre messi in atto dei progetti di ri-naturalizzazione del territorio, normalizzando l’ecosistema aggredito dagli incendi dello scorso anno. Non siamo al tramonto dell’ambiente, bensì all’alba».