Ottaviano, giovani non ascoltano sindaco e si assembrano in piazza

0
7

 

OTTAVIANO – Nel bel mezzo dell’emergenza sanitaria dovuta dalla pandemia da covid-19, ieri sera ad Ottaviano decine e decine di ragazzini trascorrevano tranquillamente, e completamente ammassati, una serata in Piazza San Francesco, luogo in cui è situato il comune, senza alcun tipo di protezione dal virus.

Come se la pandemia non ci fosse mai stata o fosse finalmente terminata (ma così non è), ieri sera tantissimi giovani si sono riversati in Piazza San Francesco dove vi era musica a tutto volume, completamenti ammassati e quasi tutti senza la canonica mascherina di protezione. Nessun controllo, nessuna regola, solo tante persone che in questo modo rischiano di far aggravare la situazione ottavianese in merito al covid-19 (i contagiati al momento sarebbero circa 40), trascinando per strada un menefreghismo e una mancanza di rispetto che per certi versi spaventa.

Parliamo di ragazzini, adolescenti, che vivono un’età per cui è giusto volersi divertire, stare in gruppo, soprattutto considerando questo lungo periodo di stress psicologico che la pandemia ha causato, ma non dovrebbe essere questo il modo. Sono, infatti, le modalità ad essere sbagliate: basterebbe davvero poco ai ragazzi per trascorrere una serata tranquilla nel rispetto delle regole (e degli altri cittadini), eppure così non è stato. Piazza Mercato è stata chiusa mesi fa per assembramenti, per completa mancanza di rispetto di un regolamento nazionale, per evitare di creare situazioni pericolose che, alla fine, si verificano ugualmente. Proprio al centro del paese, sotto il Comune di Ottaviano, a due passi dalla Caserma dei Carabinieri.

I controlli sono necessari, ma non bastano. L’educazione al rispetto di quelle norme ormai mandate a memoria dai più sembra però non essere più sufficiente nemmeno dopo l’appello del sindaco che ha annunciato la nuova ordinanza anti-assembramenti (clicca qui per leggere).