CONDIVIDI

Vendeva mascherine, inadeguate ad evitare il contagio da coronavirus, nella stazione centrale di Napoli dove e’ stato fermato dagli agenti della Polfer impegnati ai controlli dei varchi di accesso come indicato dal nuovo dispositivo del governo che ha allargato la ‘Zona rossa’ a tutto il territorio nazionale. Il ‘business della paura’ e’ la nuova frontiera degli abusivi che, da oggi, accanto ai soliti calzini e fazzoletti hanno aggiunto le improbabili mascherine, poco più che una garza, assolutamente inefficaci allo scopo venduti ad ignari passeggeri. Gli agenti hanno controllato l’accesso ai binari di centinaia di persone ed aiutato chi ne aveva bisogno a compilare l’autocertificazione con le motivazioni del viaggio.