“Napoli, Arte e Rivoluzione”: al PAN il premio artistico per il recupero della memoria storica partenopea

0
22

Giunto alla VII edizione, il premio artistico “Napoli, Arte & Rivoluzione” rappresenta un percorso di recupero della memoria storica partenopea, dedicato a un popolo che non si è mai piegato alla tirannia.

 

 

Al via il premio artistico “Napoli, Arte & Rivoluzione”, un percorso di recupero della nostra memoria storica attraverso l’arte come antidoto contro ogni forma di oppressione o tirannia. Fino al 2 ottobre, nella sala Loft del Palazzo delle Arti di Napoli, PAN, pittori, scultori e fotografi racconteranno attraverso un percorso espositivo i principali episodi della storia napoletana e di un popolo che non si è mai inginocchiato ai piedi dell’oppressore di turno, trovando sempre una spinta comune per combattere il tiranno.

Giunto ormai alla settima edizione, il premio 2021 sarà dedicato alla memoria del regista Arnaldo Delehaye e in suo onore verrà proiettato il film “Bruciate Napoli” per tutta la durata del premio. A fare da apripista alla mostra, domenica 19 settembre alle ore 18, l’artista Pietra Montecorvino presenterà “Je suis amour”, un percorso espositivo – fuori concorso – dei suoi lavori pittorici, dall’omonimo titolo del suo ultimo e recentissimo singolo musicale.

Nato da un’idea della curatrice Daniela Wollmann con il gruppo rivoluzionART/creativiATTIVI, “Napoli Arte & Rivoluzione” fin dalla sua prima edizione ha sempre ottenuto il sostegno della V Municipalità e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Insieme alla curatrice Daniela Wollmann e allo storico Giuseppe Aragno, alla premiazione prevista per il 1° ottobre saranno chiamati a presiedere e consegnare i premi l’assessore Annamaria Palmieri, lo scrittore Maurizio De Giovanni e il presidente dell’ANPI Antonio Amoretti. A dare il proprio giudizio critico sulle singole opere una prestigiosa giuria, composta da cinque membri tra storici, critici d’arte, pittori e giornalisti, designerà i vincitori.

Anche il pubblico sarà chiamato a prendere parte attiva alla premiazione. Infatti, nei primi nove giorni espositivi i visitatori avranno la possibilità di esprimere il proprio giudizio, compilando un’apposita scheda. L’opera più votata riceverà il “Premio Speciale del Pubblico”.