CONDIVIDI

Nata a Somma Vesuviana, ex bambina prodigio del talent «Ti lascio una canzone», è oggi una ragazza sempre più determinata a raggiungere il suo obiettivo, cantare. Con il suo brano «Senza capire» conquista il web e i cuori dei suoi fans.

“Un sorriso disegnato su di un viso scolpito” dice Maryam Tancredi nell’intenso pezzo “Senza capire” (autrice Rosaria Casalini, arrangiamento di Marco Sorrentino) brano che ha già un fortissimo seguito sui canali youtube, dove in pochi giorni, ha già raggiunto più di 7000 visualizzazioni, e grazie al quale la giovanissima cantante conquista sempre più seguito.

La sua voce e il suo viso, spaccano in due il cuore. Intensissime note, una voce graffiante, forte, si apre al panorama musicale internazionale. Maryam nasce a Somma Vesuviana, esordisce e si fa apprezzare dal grande pubblico nel talent condotto da Antonella Clerici “Ti lascio una canzone”. Quell’edizione 2011, quinta per l’esattezza, vedeva la giovanissima (12 anni all’epoca) incantare il pubblico arrivando ad un passo dalla vittoria, (secondo posto dopo Ștefan Cristian Atirgovitoae, che vinceva con “Profeta non sarò”) con la profonda e non facile “La voce del silenzio” attestandosi tra i giovani intrepreti più apprezzati di quell’edizione. Per il pubblico, già vincitrice, visibilmente emozionata, in duetto con Orietta Berti la giovane sommese muoveva i primi timidi passi verso un mondo che avrebbe piano piano conquistato con forza e determinazione. Il successo fu bissato quando adolescente veniva scelta per rappresentare l’Italia con la sua bellissima voce ad un festival mondiale dedicato al canto tenutosi a Mosca nell’ottobre del 2014. Da allora Maryam non ha smesso di studiare canto, preparandosi per un futuro ancora tutto da scrivere e da cantare. Il recente brano con il relativo video ufficiale sta riscuotendo un successo notevole, nonostante questo, Maryam, resta una ragazza semplice con tanti sogni nel cassetto che spera di riuscire a realizzare. Risponde ad alcune domande sulla passione per la musica e i tanti progetti per il futuro.

 

Maryam, il tuo brano “Senza capire” su youtube da pochissimo, ha già un altissimo seguito…

«Sì in 4 giorni 7000 e più visualizzazioni»

 

Come hai cominciato, come è nata la tua passione per la musica?

«La mia passione per la musica è nata grazie a mia madre: mi cantava delle canzoni fin da quando ero nel pancione»

 

Lei canta come te?

«Beh diciamo di no. È intonata

Sei la prima che canta allora in famiglia. Hai frequentato una scuola, un insegnante?

«Si sono la prima cantante in famiglia. Studio da 5 anni a Cicciano e il mio maestro si chiama Massimiliano Fausto»

 

Come è arrivata la partecipazione a “Ti lascio una canzone?”

«Semplicemente, feci il provino online»

Appena 17 anni, già così brava, è più merito dello studio o di una dote naturale?

«Credo sia una dote naturale che però con lo studio è  migliorata. Ho iniziato a cantare a soli 2 anni ai karaoke»

Hai pensato subito “questa è la mia strada”? Se dovessi immaginare cosa fare da grande…

«Si, il mio sogno è fare questo. Voglio vivere di musica, non so se riuscirò a diventare qualcuno ma nel caso, la musica resterà la mia unica valvola di sfogo ed il mio sogno nel cassetto»

 

È cambiato qualcosa dopo “Ti lascio una canzone”?

«Non è cambiato granché. Sono sempre io, solo con più esperienza e con più padronanza del palco»

 

Immagino sia stata un’esperienza entusiasmante

 

«Infatti. La cosa più bella che mi ha portato il programma è stato cantare in America. Cantare sul palco dove la settimana prima c’era stata Beyoncé per me è stata una grandissima soddisfazione»

Un ricordo della trasmissione che ti è rimasto nel cuore?

«Il ricordo più bello sono stati gli amici che ho trovato, ancora ci sentiamo e ovviamente cantare con un’orchestra dal vivo»

Da allora fino ad oggi come è proseguito il tuo percorso? Il brano pubblicato su youtube è parte di un progetto nuovo?

«Si, ho iniziato a fare un progetto con dei ragazzi di Somma Vesuviana che hanno uno studio la Grs studio. Abbiamo fatto tre brani di cui uno è quello che c’è su YouTube, un altro è in vendita sui social store e l’ultimo ma non per importanza, è quello che proporremo quest’anno a Sanremo giovani. Speriamo bene»

 

Sanremo, una nuova bellissima opportunità

«Si, speriamo bene»

 

Gli studi proseguono o sei completamente immersa nella musica?

«Quest’anno inizierò il quinto liceo scientifico e l’anno prossimo voglio iscrivermi al Conservatorio»

Vivi ancora a Somma Vesuviana?

«Sì certo anche se come tanti ragazzi della mia età sogno di andare lontano…»

Cosa serve per realizzare il proprio sogno?

«Sicuramente c’è bisogno di tanta forza di volontà, ovviamente per qualsiasi cosa si voglia fare c’è bisogno di molto studio e dedizione».

 

C’è qualcosa che vorresti dire ai ragazzi che sognano di fare musica?

«Ai ragazzi come me, vorrei dire che non devono mai abbandonare i loro sogni e crederci fino in fondo, perché un sogno non è mai troppo grande se ci credi veramente»