Marigliano, nasce un nuovo parco urbano in via Casafalco: l’iniziativa promossa dal consigliere dei Verdi

0
67

Un ampio terreno abbandonato di proprietà comunale sta per diventare un piccolo parco urbano: succede a Marigliano, dove l’amministrazione ha avviato i lavori per riconvertire gli spazi della ex lottizzazione “Ambrosino” in un’area verde attrezzata per lo svago, lo sport e il tempo libero dei cittadini.

Un  terreno di circa quattromila metri quadrati con vista sul Monte Somma: è possibile trovarlo alla fine di una stradina ben poco frequentata, che ha quasi la parvenza di una strada privata, alla quale si accede imboccando l’ultima traversa a destra di via Casafalco, a metà strada tra i quartieri di San Nicola, San Giuseppe e Casaferro.

Il progetto, per il quale viene investita una cifra pari a circa quarantamila euro, prevede di piantare alberi lungo il perimetro dell’area, evitando l’utilizzo del cemento: le piante sono già state acquistate presso uno dei vivai forestali regionali e verranno collocate all’interno del parco nelle prossime settimane, contribuendo a impreziosire il suggestivo panorama sul binomio Monte Somma/Vesuvio che si può godere dall’area di proprietà comunale, per fortuna non circondata da abitazioni.

“L’idea era quella di offrire alla comunità uno spazio dove potersi concedere un po’ di tempo libero e praticare attività sportive senza dover necessariamente pagare l’ingresso in una struttura privata – commenta Saverio Lo Sapio, promotore dell’iniziativa in consiglio comunale – Questa operazione rientra in una più ampia visione che coinvolge tutte le aree pubbliche della città, dove si possono e si devono programmare degli interventi concreti: un’altra idea coinvolgeva, infatti, anche l’area antistante il Parco Rea, dove si pensava di realizzare un orto didattico per recuperare la vocazione agricola di Marigliano”.

In effetti – a parte la villa comunale che oggettivamente versa in condizioni di degrado (e per la quale si aspetta un annunciato rinnovamento), e in attesa che si concretizzino le procedure aperte nel 2019 per l’affidamento in gestione dell’impianto sportivo a Pontecitra, i cosiddetti “Campi Rossi”, del campo “Venditti” e del parco a Faibano – stentano a decollare ulteriori progettualità per spazi verdi all’aperto in città.
Intanto, per provare a respirare, arriva il “Parco Oxigeno”.