CONDIVIDI

Scatta domani una nuova fase digitalizzata per il controllo delle restrizioni messe in atto dal governo centrale in questa fase di emergenza pandemica. Al fine di far rispettare il distanziamento sociale, al momento unica difesa concreta contro il rischio di contagio da COVID-19, il Comando di Polizia Municipale di Marigliano è pronto a inaugurare un nuovo protocollo per la gestione di una applicazione in sinergia con Security Service.

A partire da domani, infatti, l’utilizzo strategico di 1SAFE, l’app per la sicurezza partecipata, permetterà di rispondere con maggiore tempestività e incisività alle segnalazioni di assembramenti e negozi aperti, in barba alle varie ordinanze emesse anche appositamente per la settimana santa, da parte della cittadinanza. Chi lo riterrà opportuno potrà effettuare il download dell’applicazione, sia da Apple Store che da Google Play, inserire il proprio numero di telefono e contribuire effettuando segnalazioni, ben consapevole che è chi lo fa è identificabile. Un utilizzo consapevole della tecnologia che, come sempre, anche in questa fase delicata può contribuire alla causa.

A proposito dell’innovazione tecnologica il Magg. Emiliano Nacar, Comandante della Polizia Municipale di Marigliano, ha dichiarato: “Ho voluto fortemente questo sistema proprio adesso concordando il tutto con il collega di Pomigliano, Col. Maiello, per innalzare la percezione dei controlli in tempo reale. Marigliano e Pomigliano sono sulla stessa lunghezza d’onda e lavorano sinergicamente. Domani partiranno i controlli agli esercizi commerciali che praticano la panificazione e servirà anche il supporto tecnologico. Non possiamo lesinare sforzi per la sicurezza e per questo motivo ringraziamo la  Security Service per aver messo a disposizione un’app che metterà in contatto cittadini e operatori per segnalazioni qualificate e geolocalizzate”.

In giornata il sindaco Antonio Carpino ha emesso un’ordinanza che dispone la chiusura di tutte le attività commerciali, comprese quelle alimentari, per i giorni di Pasqua e Pasquetta. Rimarranno aperte soltanto farmacie e parafarmacie. L’ordinanza impone, inoltre, che ai panifici sia consentita la vendita di pane, prodotti da forno e sfarinati, opportunamente imbustati, confezionati ed etichettati, mentre vieta loro la vendita di prodotti per il consumo sul posto, l’attività di laboratorio di prodotti dolciari e simili e infine la vendita online e la consegna a domicilio fino al Lunedì dell’Angelo. A maggior ragione lo strumento tecnologico a disposizione rappresenterà un ulteriore tassello nell’azione di tutela della comunità.

Domenica e lunedì, come ricorda l’assessore al ramo Giovanni Ricci, verranno intensificati i controlli per evitare le tradizionali ma al momento rischiose riunioni di familiari o amici. Il pericolo, per chi si assembra, è anche quello delle sanzioni che possono arrivare fino a tremila euro.