Home Attualità Marigliano, il sindaco Jossa aggiorna la città con la prima conferenza stampa

Marigliano, il sindaco Jossa aggiorna la città con la prima conferenza stampa

CONDIVIDI

Bella iniziativa promossa dal Comune di Marigliano, nella persona del sindaco Peppe Jossa, alle prese con la prima settimana di lavoro, a sette giorni esatti dalla proclamazione. Il primo cittadino ha inteso indire una conferenza stampa che ha avuto luogo nel primo pomeriggio all’interno della casa comunale, ancora orfana dei dipendenti alle prese con isolamenti fiduciari e tamponi, in seguito alla positività di alcuni colleghi. Sono infatti 6, al momento, le persone contagiate che lavorano nel municipio: tutti i casi sono sotto controllo, anche gli unici due ricoveri che per fortuna non destano preoccupazione.

A tal proposito Jossa ha iniziato scusandosi con la cittadinanza per i tanti disservizi degli ultimi giorni, causati proprio dalla forzata chiusura degli uffici comunali. Dalle parole del sindaco si evince che già la settimana prossima si farà il possibile per tornare a regime, riaprendo il palazzo di città e garantendo i servizi fondamentali, in particolare quelli erogati dall’ufficio Anagrafe: un impegno teso a soddisfare i bisogni dei cittadini in questa fase delicata della pandemia che rischia di rallentare e talvolta interrompere il servizio pubblico.

Due delle domande da noi rivolte al sindaco Jossa hanno riguardato proprio alcuni argomenti relativi alle grosse difficoltà vissute dal Comune in queste ore, criticità che impediscono, tra l’altro, al primo cittadino di svolgere il proprio dovere istituzionale: l’albo pretorio on line, i cui aggiornamenti sono fermi al palo dal 2 settembre scorso, e gli isolamenti fiduciari dei dipendenti comunali. In merito al primo aspetto, nel rimarcare l’assoluta gravità dell’attacco hacker che ha messo K.O. il sito istituzionale a ridosso della tornata elettorale, Jossa ha ribadito che la prossima settimana il portale verrà ripristinato e che l’albo pretorio verrà aggiornato, ovviamente anche in maniera retroattiva, pubblicando anche e soprattutto gli atti prodotti in questi quaranta giorni di disconnessione. Tuttavia il sindaco ha anche sottolineato l’assoluta urgenza “di dare grande impulso alla digitalizzazione e allo sviluppo informatico, senza cercare colpevoli ma lavorando per garantire un servizio migliore al cittadino”.
In merito alla seconda domanda, che verteva sulle segnalazioni effettuate dai cittadini riguardo ad alcuni presunti dipendenti comunali che non avrebbero rispettato l’isolamento fiduciario, disattendendo l’obbligo domiciliare, Jossa ha risposto dicendo che “non è corretto criminalizzare in questo modo i positivi o i loro congiunti, se i cittadini notano comportamenti scorretti o irrispettosi possono e devono denunciarli alle autorità, non c’è bisogno di allarmare sui vari social: ad ogni modo abbiamo attivato una serie di verifiche che non hanno confermato le voci, anche perché alcuni dipendenti non sono in isolamento; di certo c’è bisogno di un grande senso di responsabilità da parte di tutti e questo ovviamente lo auspico”.

Intanto in città si registrano 35 casi di contagio da Covid19: un dato in crescita, in attesa del nuovo aggiornamento. Il 90% dei positivi è asintomatico, però si presenta anche un caso che il sindaco definisce “severo” e che quindi desta qualche preoccupazione.
Capitolo scuole: non si chiude, anche perché l’eventuale decisione spetta al distretto sanitario e alla dirigenza scolastica. “Ad ogni modo – prova a rassicurare Jossa – gli incontri che ho avuto con i dirigenti scolastici e con i genitori sono stati determinanti: la situazione nei vari istituti è tranquilla e puntualmente, in caso di positività, viene rispettato alla lettera il protocollo fornito dal Ministero della Salute. Al momento risulta un caso al liceo Colombo, che riapre domattina regolarmente, dopo la sanificazione. Un caso sospetto, invece, risulta presso la Dante Alighieri, che per precauzione sta provvedendo alla sanificazione e riaprirà i battenti lunedì. Abbiamo poi un caso al Rossi Doria, dove però, rispettando il protocollo nazionale, la dirigenza ha deciso di non chiudere l’istituto, in quanto il docente mancava da scuola da una settimana. Un caso analogo risulta anche presso la scuola Don Milani a Lausdomini. Tutto regolare nei plessi Siani, Pacinotti e G. Ferraris”.

A proposito di scuole, il sindaco ha anche assicurato che domattina, grazie al pronto intervento di un apicoltore beneventano, verranno risolti anche i problemi causati dalla presenza di alcuni nidi di vespe (o api, non lo si è ben capito) che ovviamente mettono in allarme gli alunni di alcuni istituti a Pontecitra e Lausdomini.

Controllo della movida nelle fasce serali: grazie all’impegno e alla disponibilità del Comando di Polizia Municipale e della Stazione dei Carabinieri le forze dell’ordine prolungheranno l’orario di pattugliamento e di controllo del territorio, assicurando per il momento una presenza fino alle 22 (la locale polizia guidata dal Magg. Emiliano Nacar) e fino alle 23 (i Carabinieri guidati dal Comandante Sirico). “Li ringrazio per il senso di responsabilità messo in campo in questo momento complesso”, sottolinea Jossa, premiando anche la bontà della collaborazione e della sinergia messa a disposizione della comunità, a cui però è richiesto il rigoroso rispetto delle regole, in funzione di un robusto contrasto alle cattive pratiche che possono incidere sull’aumento dei contagi.

Dulcis in fundo, consiglio comunale e giunta. Chiediamo al sindaco a che punto siano i lavori per assicurare alla città un’amministrazione operativa e lui risponde affermando che “la commissione sta ultimando i lavori e ci siamo quasi, a breve verrà proclamato il consiglio: per la giunta si continua a lavorare, ovviamente con il coinvolgimento di tutta la coalizione ma nel tentativo di perseguire quelli che sono i miei obiettivi in tal senso”.
Nomi, però, ancora non se ne fanno.

Insomma, un po’ a rilento ma c’è vita istituzionale anche a Marigliano, dove si è alle prese con tutta una serie di complicazioni e ostacoli che sembrano voler accidentare il percorso della nuova amministrazione, comunque pronta al decollo.