CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Somma Vesuviana

 

DI Sarno (Somma Vesuviana): “E’ il momento di scelte coraggiose. Ho chiuso, in accordo con i dirigenti scolastici, anche classi e plessi dove non si registrano al momento casi di Covid. Ieri due studenti positivi alla Media San Giovanni Bosco ma ho preferito chiudere anche le classi di altri plessi”.

Piccolo (Preside della Media San Giovanni Bosco): “Immediata la sanificazione. Piange il cuore, ben 8 giorni fa avevamo visto i nostri studenti entrare con gioia. Un plauso ai docenti che subito, già oggi, hanno riattivato la Didattica a Distanza garantendo continuità ai propri studenti. Di concerto con sindaco ed Asl, ho ed in via precauzionale chiuso l’attività in aula anche negli altri plessi afferenti la Scuola Media “San Govanni Bosco/Summa Villa”. Il futuro dell’Italia è nei giovani e nella scuola!”.

“E’ il momento delle scelte coraggiose e di concerto con i dirigenti scolastici abbiamo deciso di chiudere anche quelle classi e quei plessi dove non si sono registrati casi di Coronavirus. Al momento abbiamo due studenti positivi al plesso centrale della Scuola Media Statale “San Giovanni Bosco/Summa Villa” situato in Piazza Vittorio Emanuele III ma in via precauzionale, abbiamo voluto chiudere alla didattica in aula anche gli altri plessi appartenenti alla Media San Giovanni Bosco/Summa Villa, tutte le classi delle Elementari del Terzo Circolo Didattico e del Plesso principale del Primo Circolo Didattico di Via Roma. Eravamo emozionati il 1 Ottobre quando abbiamo aperto, nel vedere i nostri ragazzi entrare con grande entusiasmo. Oggi piange il cuore ma dobbiamo farlo per garantire sicurezza proprio a quei ragazzi che appena 8 giorni fa hanno dimostrato che nonostante i 7 mesi di lontananza, amano tantissimo la scuola. Questa Italia deve finalmente comprendere che la Scuola, i docenti, i dirigenti, gli studenti rappresentano il futuro per un Paese che vuole essere civile e moderno. A Somma Vesuviana abbiamo dirigenti scolastici di alto profilo e di coraggio. Abbiamo docenti di grande professionalità che già nella serata di ieri sono riusciti a riattivare immediatamente la Didattica a Distanza, garantendo da oggi e subito continuità scolastica. A loro dico grazie!”. Lo ha dichiarato ora Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano dove al momento si contano 86 positivi totali, 2 nuovi casi oggi, 53 positivi attivi e 105 persone in isolamento.

Il modello di un Preside coraggio:

“Appena 8 giorni fa avevamo rivisto i nostri studenti dopo mesi e mesi di attesa durante i quali con la Didattica a Distanza abbiamo continuato a garantire l’attività scolastica e i docenti hanno mantenuto il contatto con i propri studenti – ha dichiarato Ernesto Piccolo, Preside della Scuola Media Statale “San Giovanni Bosco/Summa Villa”  – ed ora, purtroppo siamo costretti nuovamente alla distanza, a non rivederli varcare la soglia della loro e della nostra scuola, perché la scuola è di tutti ed è un diritto. Ora due casi positivi mi hanno indotto a valutare attentamente l’opportunità di chiudere la scuola ma ho voluto, in via precauzionale, chiudere alla didattica in aula anche gli altri plessi afferenti alla Media Statale “San Giovanni Bosco/Summa Villa”.  Una decisione condivisa con il sindaco e con l’Autorità Sanitaria ed abbiamo avviato subito la Didattica a Distanza. In questo momento mi sento di dare un plauso forte a tutti gli insegnanti che già da ieri pomeriggio e stamattina sono operativi per mantenere il contatto vivo e diretto con i propri alunni attraverso la Didattica a Distanza. Bisogna prestare ora a livello nazionale la dovuta attenzione al mondo della scuola”.