CONDIVIDI

La quarta tappa del trekking chiude definitivamente il percorso con l’arrivo a Pavana e al mulino Chicon.

L’ultima tappa si arricchisce di nuovi amici, dopo un primo tratto di sentiero, gli otto escursionisti ritrovano Romano, l’amico partigiano, stavolta nelle vesti di socio CAI, quello di Porretta che va in escursione a Madonna del Ponte. Otto più cinque, tredici, più Moreno, Alessia e nuovamente Sabrina, sedici e il gruppo si infoltisce!

Il drappello anima il territorio e il contesto anima il gruppo e tra sterrato e asfalto, tra valli e colline si affrontano i venti chilometri che li separano da Pavana. A un chilometro e mezzo dalla meta, una sosta per l’immancabile birra, quaranta minuti di malto d’orzo fermentato e tanta condivisione con la speranza di poter incontrare il cantautore una volta giunti a destinazione.

Alle 17.00 arrivano a Pavana dove i proprietari del mulino Chicon (da Chicco, Francesco), gli amabili Rosa e Silvano accolgono tutti presso la loro dimora, un’antica struttura attiva come mulino dal 1870 al 1960. La signora Rosa offre una torta preparata da lei stessa, succhi di frutta e prosecco. La coppia avverte che Francesco Guccini deve andare a Modena ma se si fa in tempo lo si potrebbe ancora trovare.

Cinque minuti e si arriva alla casa di Guccini ma il cantautore è già partito; un po’ d’amaro in bocca e la polo dei suoi ammiratori (offerta da Stickerland, sponsor dell’evento) lasciata al mulino in omaggio al maestro. Rimarrà comunque l’esperienza di aver rivissuto le sue canzoni nei luoghi che le hanno ispirate e per chi ama l’arte e la natura non è certo cosa da poco.

Anche per noi che li abbiamo seguiti da lontano rimarranno le immagini di quei luoghi splendidi, quelle che Rosario ha condiviso con noi su FB e quelle che ci ha semplicemente raccontato e fatto vivere attraverso le sue emozioni e quelle degli altri amici. La voglia di intraprendere prima o poi questo o altri viaggi ci prende.

Non resta che menzionare quindi il gruppo base di questa piccola grande impresa che è stato composto da Rosario, Flavio, Paolo, Paola, Roberto, Cristina, Sabrina e Giovanni, ringraziandoli di averci fatto partecipi della loro esperienza.

¡Suseya!