La pizza a 4 euro spiegata a Briatore: ecco perchè costa(va) così poco

0
304

La pizza è da sempre, fin dalle origini, un pasto popolare, ovvero di tutti e non solo di pochi eletti. Dopo la polemica aperta da Flavio Briatore riguardo prezzi molto alti delle sue pizze (15 euro una margherita) in cui l’imprenditore ha specificato che i costi così bassi delle altre pizzerie sono sospetti, quasi a voler insinuare l’utilizzo di materie prime scadenti, arriva la risposta di molti pizzaioli napoletani e non, primo fra tutti  Sorbillo che, non solo ha sottolineato quanto la pizza sia un pasto di tutti ma ha anche deciso di offrire pizze gratis lanciando un messaggio molto chiaro.

Dal pensionato allo studente, fino ad arrivare al disoccupato, la pizza ha solitamente un costo accessibile a tutti proprio perché considerata una delle caratteristiche del popolo italiano. Quando si parla di “popolo” si intende persone di ogni classe sociale e non di una cerchia ristretta di persone più che benestanti. Ciò però non include automaticamente l’utilizzo di prodotti non di qualità al contrario, permette di comprendere quanto un semplice pasto possa essere consumato da tutti nonostante le differenze, richiamando un sinonimo di uguaglianza sociale.

In un periodo storico che ricorderemo per sempre, ovvero quello post pandemia da covid-19, si può  affermare che sono tantissimi gli italiani che hanno sofferto e ancora soffrono a causa di problemi economici dovuti proprio al lockdown ma un’uscita a base di pizza a prezzi modici è certamente un modo per ritrovare un attimo di serenità perduto.