Maturità, prime tracce con Pascoli e Liliana Segre

0
159

Comprensione e analisi e interpretazione di una poesia delle Myricae di Giovanni Pascoli “La via ferrata” e per l’analisi di un testo argomentativo “La sola colpa di essere nati” di Gherardo Colombo e Liliana Segre: queste due delle tracce appena proposte ai ragazzi che stanno per sostenere la prova scritta di italiano per la maturità.

Nel testo “La sola colpa di essere nati” Liliana Segre racconta l’espulsione dalla scuola con le leggi razziali, la frequenza in una scuola cattolica “nella quale mi sono trovata molto bene perchè le suore erano premurose ed accudenti” e poi lo studio con una signora che andava a darle lezioni a casa. “L’espulsione la trovai una cosa assurda oltre che di una gravità enorme – scrive – immaginate un bambino che non ha fatto niente…e da un giorno all’altro gli dicono: sei stato espulso! E’ qualcosa che ti resta dentro per sempre. Perchè? Domandavo. E nessuno mi sapeva dare una risposta…non mi capacitavo”.