Job Road Academy lancia petizione per combattere la povertà educativa

0
736

 

Nel 2020, oltre il 13% dei minori è finito in povertà assoluta e di conseguenza in povertà educativa. I comuni della provincia di Napoli sono al vertice dei questa classifica della vergogna. Per questo, l’ente Job Road Academy è in prima fila per contrastare il fenomeno attraverso azioni concrete. Infatti, ha deciso di lanciare una petizione con il chiaro intento di: costruire un comitato nazionale di lotta alla povertà educativa, con enti del Terzo settore presenti sul territorio.

 

Gli effetti della pandemia da Covid-19 hanno messo a dura prova bambini e ragazzi che vivono in famiglie in condizioni non favorevoli. È risaputo, la DAD se da un lato è stata fonte di salvezza dall’altro, è stata una rovina in quanto ha generato un allargamento delle distanze e un livello di esclusione sociale e di povertà. Perdita di motivazione e competenze, abbandono scolastico, disuguaglianze, aumentano a dismisura colpendo la parte più fragile della popolazione. Insomma, se già prima dell’emergenza pandemica molti giovani venivano abbandonati a sé stessi a causa della povertà economica ed educativa, oggi queste difficoltà si sono acuite. Nel 2020, oltre il 13% dei minori è finito in povertà assoluta e di conseguenza (con tutta probabilità) in povertà educativa. Una delle regioni che maggiormente ne paga le conseguenze, è la Campania. Il dato emerge da uno studio condotto dalla Job Road Academy sui dati della Fondazione Openpolis. I comuni della provincia di Napoli sono al vertice di questa classifica della vergogna. Nel complesso sono circa 90.000 i bambini in potenziale povertà educativa in Campania (Leggi approfondimento). Questa mappa interattiva ha incentivato la Job Road Academy a mettere l’acceleratore alla campagna TESC – Tutt’ Egual Song’ ‘e Criature: prima con la donazione di kit a scuola (a studenti in povertà educativa) e poi con il bando di 60 posti gratuiti per bambini.

Next Generation EU (fondo per la ripresa al fine di sostenere gli Stati membri dell’Unione Europea colpiti dalla pandemia) è una vera opportunità di rinascita e l’Italia non può perdere questa occasione.

Come possiamo evitare di sprecare questa opportunità?

L’idea parte dalla rete solidale capitanata dalla Job Road Academy, che ha deciso di lanciare una petizione con il chiaro intento di: costruire un comitato nazionale di lotta alla povertà educativa, con enti del Terzo settore (esperti della materia) presenti nei TERRITORI. La cooperazione è l’unica possibilità che abbiamo per essere cittadini responsabili. Pertanto, è opportuno interloquire con gli enti presenti sul territorio e costruire una rete capillare ed efficace per combattere la povertà educativa.

Le ragioni sono serie e complesse:

  • Assenza di un registro sul tema;
  • Assenza di aderenza territoriale degli enti che spesso si trovano a gestire tali fondi;
  • Assenza di strutture distribuite (in maniera omogenea) sul territorio nazionale per fungere da centri aggregativi e di recupero;
  • Spreco di risorse economiche e sociali;

Queste sono solo alcune delle ragioni che hanno spinto la JR  Academy a promuovere questa importante raccolta firme.

L’urlo dei bambini campani non può essere ignorato! Riappropriamoci del futuro!