CONDIVIDI

La stagione estiva del Teatro San Carlo di Napoli si trasferisce nella vicina piazza del Plebiscito, per arginare i danni da Coronavirus. Saranno tre gli spettacoli che si svolgeranno su un palcoscenico di 1.500 metri quadrati distribuito su sette livelli e progettato per garantire il distanziamento sociale anche dei musicisti, dei solisti e del coro.

Si inizia il 23 luglio quando andrà in scena la Tosca di Giacomo Puccini diretta da Juraj Valcuha, fino al 26 luglio. Dal 28 al 31 luglio, ci sarà l’Aida di Giuseppe Verdi, diretta da Michele Mariotti, e giovedì 30 la Sinfonia n.9 di Ludwig van Beethoven diretta da Juraj Valcuha. In piazza sarà possibile ospitare circa mille spettatori, garantendo a tutti le distanze di sicurezza. Intanto da Comune di Napoli e Regione Campania arrivano fondi a sostegno del Massimo partenopeo.

“Nei momenti di guerra sociale ed economica lo Stato deve fare un investimento forte, deve avere un interesse diverso per i teatri e le grandi fondazioni – ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che è anche presidente della fondazione del Teatro – dopodomani si chiude un’intesa per un importante impegno economico suppletivo della Città Metropolitana volto a mettere in sicurezza il corpo di ballo del San Carlo”.

“Dalla Regione ci sarà il pieno sostegno al Teatro con la conferma di finanziamenti per oltre 10 milioni euro. Nei prossimi giorni presenteremo – ha scritto in un messaggio il governatore, Vincenzo De Luca – il progetto nel quale investiamo altri 5 milioni di euro per una serie di iniziative in programma quest’estate, eventi di grande qualità da concentrare a Napoli e in tutti i territori della Campania”.