CONDIVIDI

Caccia alle streghe (Miss Inquieta), è il nuovo singolo di Adel Tirant, cantante, attrice, performer cantautrice, originaria della provincia di Messina di adozione romana, in uscita sui digital stores e in rotazione radiofonica da mercoledì 6 gennaio (etichetta Soter).

Il brano, che vede l’arrangiamento e la produzione artistica di Giovanni Paolo Liotta, parte dichiaratamente dalle sonorità del personaggio femminile più controverso e moderno del momento, Miss Keta: un implicito omaggio a lei e un esplicito omaggio invece alla donna libera, cacciata nei secoli come strega. Si parte da Miss Keta, per poi approdare alla Cavalcata delle Valchirie, all’opera lirica e al pop.

Caccia alle streghe (Miss Inquieta) è già vincitore del Premio Zonta 2020 per la canzone d’autrice (associazione internazionale che si occupa dei diritti delle donne).

“L’ispirazione arrivò dopo le polemiche sul ruolo della donna prima e durante l’edizione di Sanremo 2019, con la presa di coscienza su un’involuzione nel cammino dell’emancipazione di questa figura – racconta Adel. Ho fatto appello al mito della donna selvaggia, così come essa appare e viene descritta dalla psicologa junghiana Clarissa Pinkola Estes”.

Si rinnova la collaborazione al videoclip del regista Umberto Petrocelli (con il quale Adel Tirant ha vinto il premio VIC – Videoclip Italia Contest – come miglior videoclip italiano autoprodotto 2020 per il brano Un homme qui me plait comme toi).

Nel videoclip, in uscita nelle prossime ore, Adel Tirant sceglie di rappresentare i simboli di questa femminilità eroica e libera: le streghe, Lady Godiva, Eva, Giovanna D’Arco. Per rappresentare quest’ultima ha omaggiato un capolavoro della storia del cinema muto: La passione di Giovanna D’Arco di Carl Theodor Dreyer, pellicola del 1928, vero film di culto per la modernità delle inquadrature e della recitazione dell’attrice protagonista: Renée Falconetti.