fbpx
sabato, Novembre 27, 2021

Escalation di furti a Somma, cittadinanza pronta a far da sè: “Controllo di vicinato contro ladri”

 

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato  del laboratorio politico composto dalle liste onda bianca – alternativa civica e movimento civico sommese

A seguito degli innumerevoli episodi di micro e macro criminalità accaduti sul territorio sommese negli ultimi mesi il laboratorio politico composto dalle liste onda bianca – alternativa civica e movimento civico sommese ha proposto all’amministrazione Di Sarno di attivarsi per la creazione di un protocollo di intessa volto ad istituire il c.d. Controllo del Vicinato una pratica i basa su un’esperienza oramai presente in Europa e diffusasi anche in Italia da qualche anno. Il progetto si basa su un’idea molto semplice: la partecipazione attiva dei cittadini stessi alla vita di quartiere, riattivando quelle pratiche di buon vicinato e ricostruzione della vita sociale presenti qualche anno fa che rendevano i ns. paesi più sicuri.

Lo scopo è quello di far diventare i cittadini protagonisti del Controllo del territorio, affinché, in maniera concreta e sinergica, collaborino con Polizia locale e Forze dell’Ordine, dando vita così ad una comunità più unità e solidale.

In concreto si tratta della costituzione di gruppi di volontari divisi per quartieri o frazioni che tramite gruppi WhatsApp o tramite alte chat telefoniche inviano segnalazioni che riguardano la sicurezza del quartiere di residenza; macchine sospette, situazioni che meritano di essere attenzionate.

Ad ogni gruppo corrisponde un coordinatore, un cittadino volontario, che ha il compito di verificare e filtrare le segnalazioni ricevute, una volta fatte le verifiche il coordinatore ha come riferimento il nucleo degli agenti del Controllo di vicinato che si occuperà della segnalazione collaborando – se necessario – con le forze dell’ordine.

Come si attua il Controllo del Vicinato

Il progetto prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare la zona in cui si abita. Questa attività è segnalata tramite la collocazione di appositi cartelli con lo scopo di comunicare agli eventuali malintenzionati che passano nell’area sottoposta al controllo, che la loro presenza non passerà inosservata e che gli abitanti sono attenti e pronti a segnalare attività sospette. Un insieme di piccole attenzioni fa sì che i molti occhi di chi abita nella zona rappresentino un deterrente per chi volesse compiere furti o altro genere di illeciti come scippi, truffe, atti vandalici ecc. La collaborazione tra vicini è fondamentale perché si instauri un clima di sicurezza che verrà percepito da tutti i residenti e particolarmente dalle fasce più deboli come anziani e bambini. Attraverso la costituzione di un gruppo di residenti della stessa zona, vengono messe in atto semplici azioni preventive come:

scambiarsi numeri di telefono e indirizzi e-mail in modo da contattarsi rapidamente e scambiarsi messaggi e avvisi

affacciarsi al suono di un allarme, dell’abbaiare di cani o di rumori anomali

guardare con maggiore attenzione e notare anomalie mentre si svolgono attività quotidiane

segnalare persone sospette e annotare le relative targhe

ritirare la posta del vicino, guardare casa sua quando è assente

Cosa si deve evitare?

– fare gli eroi

– organizzare ronde e pattugliamenti

– intervenire direttamente

Quali le finalità concrete dell’iniziativa?

– Prevenire furti negli appartamenti e nelle abitazioni e atti di vandalismo;

– Aumentare il senso di sicurezza complessivo con particolare interesse alle esigenze dei soggetti più deboli come minori e anziani;

– Rafforzare la coesione sociale favorendo la creazione di rapporti di buon vicinato.

Il ruolo del Comune di Somma Vesuviana

Il Comune di Somma Vesuviana nell’ambito di un programma di azioni previste dal Piano della Sicurezza Urbana volto alla prevenzione dei reati e all’aiuto alle vittime, promuove sinergie con cittadini e associazioni di cittadini per migliorare la sicurezza e la vivibilità urbana:

– realizza incontri di presentazione alla cittadinanza del Controllo del Vicinato;

– ascolta e valuta le proposte e le richieste dei cittadini;

– favorisce la costituzione dei gruppi e fornisce l’informazione necessaria;

– mantiene i contatti con i coordinatori attraverso l’Ispettore di Polizia Municipale preposto;

– installa i cartelli nelle zone in cui sono costituiti i gruppi di Controllo del Vicinato.

 

 

Ultime notizie
Notizie correate