CONDIVIDI

Otto nuovi casi positivi al Covid-19 sono stati registrati dalla Asl Napoli 1 Centro nelle ultime 24 ore tra i viaggiatori rientrati in Campania. Gli otto contagi si vanno ad aggiungere ai 48 già comunicati nei giorni scorsi, per un totale di 56 positivi provenienti dall’estero. I tamponi eseguiti presso l’ospedale Cotugno e al Frullone, sede dell’Asl, dal 13 agosto ad oggi, sono stati 1.991. Dal 12 agosto sono state 3.520 le richieste ricevute via mail dalla Asl Napoli 1 Centro da turisti con autosegnalazione. Di queste, sono risultate di competenza della Asl Napoli 1 Centro, che ha competenza sul comune di Napoli e sull’isola di Capri, 2.930 segnalazioni.

Al numero verde 800909699, attivato per fornire le informazioni necessarie sui rientri dall’estero, sono giunte 2.371 telefonate.

L’Unità di Crisi della Regione comunica che in Campania si registrano in totale 35 nuovi casi positivi al Covid-19: zero i decessi e 6 le persone guarite. Il numero dei contagi, da inizio pandemia, sale a 5.347, mentre i decessi restano 440. Il totale dei guariti è 4.311, i tamponi eseguiti complessivamente 366.453, di cui 3.156 nella giornata di ieri.

Intanto a Napoli e provincia più forze dell’ordine e agenti delle polizie locali in strada per intensificare i controlli anti Covid-19.
È quanto deciso nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica svoltosi oggi in Prefettura. Durante la riunione sono state esaminate le ulteriori prescrizioni introdotte dall’ordinanza emanata lo scorso 16 agosto per contrastare l’epidemia da Coronavirus. Nello specifico è stato disposto di incrementare le aliquote di personale impiegato nelle relative attività di controllo, specie nella fascia oraria individuata dall’articolo 1 dell’ordinanza del ministro della Salute, quella cioè compresa tra le ore 18 e le ore 6.

“Tutti dobbiamo adottare tutte le precauzioni previste per evitare una diffusione più virulenta che rischierebbe di diventare pericolosa”. Così, in un post su Facebook, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. “Fino ad oggi in Campania a limitare la diffusione del virus era stato il distanziamento e l’uso della mascherina e ancora oggi, se ci rapportiamo ad altre regioni, ci troviamo in una condizione sotto controllo in cui non abbiamo gravi conseguenze ma rischiamo che il virus si possa diffondere per la non osservanza delle regole”, ha aggiunto il presidente della Regione.

“Bisogna garantire la sicurezza ai cittadini ed invece in Regione si trascura la salute di lavoratori e cittadini per fare le liste elettorali”. Lo ha affermato Stefano Caldoro, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Campania.
L’ex governatore campano ieri ha visitato l’aeroporto di Capodichino a Napoli dove ha incontrato “tanti lavoratori dello scalo che denunciano gravi difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Come tantissimi altri cittadini campani, non hanno potuto fare né i tamponi né i test sierologici”.