CONDIVIDI

Nell’anno speciale di San Giuseppe – voluto da Papa Francesco per commemorare i 150 anni del “Decreto Quemadmodum Deus”, con il quale Papa Pio IX dichiarò San Giuseppe Patrono della Chiesa cattolica – è stato pubblicato un saggio devozionale in sua memoria, frutto di tre reverendi parroci della Diocesi di Nola.

 

 

Papa Francesco, come ben sappiamo, ha indetto un anno speciale per San Giuseppe da celebrarsi fino all’8 dicembre 2021. Nell’occasione tre reverendi parroci della Diocesi di Nola hanno curato un pregevole studio che rilegge attentamente la sua figura attraverso i Vangeli, la tradizione dei Padri della Chiesa e le preghiere che da sempre la chiesa ha tributato al santo falegname. Il titolo del saggio, di 46 pagine, è A Te, Beato Giuseppe – Custode di Gesù, stampato a Terzigno.

I reverendi sono: Don Davide D’Avino, nativo di Somma Vesuviana, parroco di Maria SS. Immacolata a Pomigliano d’Arco, località Ponte di Ferro, direttore diocesano della Rete Mondiale di Preghiera del Papa e curatore della prefazione; Don Fernando Russo, originario di Sant’Anastasia, parroco a San Paolo Bel Sito presso la chiesa San Paolo Eremita e Santa Epifania, responsabile della Pastorale Biblica della Diocesi di Nola; Don Francesco Feola, sommese di nascita, parroco di Santa Maria la Pietà – S. M. la Scala in San Giuseppe Vesuviano, attuale direttore dell’Ufficio per la Pietà popolare della Diocesi.

L’idea dell’opuscolo – afferma Don Francesco Feola – è nata durante un incontro con Don Fernando e Don Davide. L’ispirazione è legata non solo all’anno giubilare in corso, ma alla comune devozione al santo.

Il culto di San Giuseppe fu introdotto molto tardi nella Chiesa. Una prima traccia si trova in alcuni calendari Copti ortodossi del secolo VIII – IX. In Occidente il suo culto si diffuse soltanto nel secolo XI. Nel secolo seguente i Crociati edificarono una grandiosa basilica nel luogo, dove la tradizione indicava la sua casa e bottega. Il culto, comunque, si propagò largamente a partire dal 1400 per opera, soprattutto, del teologo e filosofo Giovanni Gersone (1363 – 1429), San Bernardino da Siena (1380 – 1444), l’ Ordine francescano e quello carmelitano. Per richiedere una eventuale copia basta scrivere all’email seguente: [email protected]