fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

De Luca e i lavoratori del consorzio di Bacino: incontro a sorpresa, ad Acerra

Ieri il presidente della giunta regionale ha voluto incontrare per strada i lavoratori del consorzio unico di bacino e i disoccupati dei movimenti.

E’ stata un’iniziativa nel suo tipico stile, schietto, da “compagno” d’altri tempi. Del resto si sa: Vincenzo De Luca è così, passionale ma anche legato a chi viene dal basso, dalla strada. E proprio per strada ieri il presidente della giunta regionale ha voluto dedicare un fuori programma, quando cioè ad Acerra i lavoratori del consorzio unico di bacino e i disoccupati dei movimenti nel pomeriggio hanno fatto pressing per ottenere “udienza” dal governatore. In quel frangente infatti De Luca era impegnato con il cardinale Crescenzio Sepe e con il vescovo di Acerra, Antonio Di Donna, sul fronte dell’evento “ricostruire la città”, nella giornata che la Chiesa ha voluto dedicare al rilancio del territorio. A ogni modo il faccia a faccia tra il governatore e i disoccupati non è stato di quelli facili. Il prologo infatti è stato drammatico. A un certo punto infatti un lavoratore del consorzio regionale di bacino, senza salario e senza mansione da tre anni, ha messo la sua camicia davanti alla macchina che in quel momento stava trasportando il presidente della Regione. Un gesto forte che ha quindi spinto De Luca a scendere dall’auto e a incontrare gli esponenti del consorzio e dei movimenti. “Farò di tutto per risolvere il vostro problema – ha promesso De Luca – nella nostra agenda c’è ovviamente la risoluzione della questione ambientale ed è in questo ambito che si inquadra anche il vostro dramma”.

 

Ultime notizie
Notizie correate