Case a prezzi modici al posto delle fabbriche dismesse: aperto cantiere a Pomigliano

0
4517

Il bando per la partecipazione alle offerte agevolate per un alloggio scadrà il 29 maggio prossimo. Esposito: “Difendere dalla crisi i cittadini non benestanti”   

Si chiama “Pomigliano City Village” ed è un moderno progetto che vincola i costruttori a destinare il trenta per cento dei loro immobili residenziali all’housing sociale, cioè a prezzi calmierati in grado di mettere le fasce deboli nella condizione di acquistare una casa dignitosa e con standard di tutto rispetto. Alloggi residenziali e confortevoli, dunque, anche per le giovani coppie del ceto medio, per la famiglie numerose, per quelle con redditi medio-bassi e che al loro interno hanno anche familiari non autosufficienti. Il progetto è al via. Il cantiere per la costruzione di 64 appartamenti è stato aperto. Gli alloggi destinati ai redditi più bassi, saranno 28.

Costeranno intorno ai 170mila euro invece dei 250mila previsti per quelli della stessa tipologia ma non in co-housing, un prezzo solitamente richiesto in questa zona e per questo modello avanzato ed elegante di immobili( a Pomigliano una casa media, di 100 metri quadrati e del tutto normale può arrivare a costare anche oltre i 300mila euro). La convenzione che sta per consentire questo beneficio di non poco conto per le giovani coppie e le famiglie bisognose è stata stipulata da una ditta di costruzioni del Nolano con il Comune di Pomigliano D’Arco. Comune che ha pubblicato un bando attraverso cui chi vorrà usufruire dell’offerta agevolata potrà poi accedere, dopo la pubblicazione della graduatoria conseguente, all’iniziativa finalizzata all’acquisto di appartamenti a prezzo calmierato. La presentazione delle domande per il bando scadrà il 29 maggio prossimo. Il progetto edilizio, appena iniziato nella sua fase esecutiva, è a forte impronta sociale. Non a caso l’espressione utilizzata per questo tipo di insediamenti, davvero rari nel Napoletano, è “co-housing sociale”. Il cantiere del “Pomigliano City Village” è stato aperto in via Nazionale delle Puglie, la grande e trafficatissima arteria che collega Napoli a Nola e poi fino ad Avellino. Soddisfatto dalla concretizzazione del progetto l’assessore alle politiche sociali, Salvatore Esposito. “In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo – commenta Esposito – l’housing sociale rappresenta un vantaggio per l’intera comunità e un fondamentale tassello per combattere l’esclusione sociale”. La convenzione stipulata con il Comune ha consentito all’azienda immobiliare che ha stipulato l’accordo con il Comune di bonificare e rilanciare un intero pezzo di città radendo al suolo una vecchia fabbrica dismessa. Al suo posto sorgeranno decine di appartamenti, molti dei quali a prezzi accessibili, parcheggi, giardini, scuole e altri servizi primari.