CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dal comune di Casamarciano.

Casamarciano, buoni spesa per le famiglie in difficoltà: bando per la concessione del contributo che terrà conto di diversi parametri-indicatori. L’Assessore ai servizi sociali Angelo Piscitelli: “vogliamo ora continuare ad essere vicini ai casamarcianesi.”

In arrivo nuovi aiuti per le famiglie in difficoltà economica, colpite dall’emergenza Covid19. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmela De Stefano con l’assessore alle politiche sociali Angelo Piscitelli ha istituito un nuovo bando per la concessione del contributo che terrà conto di diversi parametri-indicatori. Il quantitativo di buoni spesa varierà da un minimo di 100 euro per un nucleo composto da una sola persona ad un massimo di 400 euro per nuclei con 5 o più persone. Le famiglie potranno spendere i buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità esclusivamente negli esercizi commerciali del posto che hanno aderito all’iniziativa.
Le istanze dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 di giovedì 25 febbraio tramite mail all’indirizzo [email protected] o tramite Pec all’indirizzo [email protected]

Si tratta di un’iniziativa importante – spiega l’assessore ai servizi sociali Angelo Piscitellipresa da questa amministrazione per dare sostegno alle famiglie colpite dal Covid e dalle sue conseguenze economiche. Un’operazione che già in precedenza era stata utile aiutando un certo numero di famiglie; con questa nuova tranche vogliamo ora continuare ad essere vicini ai casamarcianesi più in difficoltà, fornendo loro gli strumenti essenziali per cercare di far fronte quanto più possibile a questo momento difficile, anche dal punto di vista economico”.


Dalla parte dei più deboli favorendo una politica inclusiva che venga incontro, nel concreto, alle esigenze della comunità, rispondendo alle tante richieste di aiuto che quotidianamente ci arrivano – aggiunge il sindaco Carmela De StefanoLavoriamo per Casamarciano tenendo bene a mente quali sono le priorità”.