CONDIVIDI

Avevano abbandonato a se stessa una società che ormai aveva solo debiti, creandone una nuova che in realtà era la “prosecuzione” di quella in difficoltà: ieri il Gip del Tribunale di Nola ha concesso il sequestro preventivo delle quote di una società a responsabilità limitata.

A condurre l’indagine i militari della Guardia di Finanza di Casalnuovo, i quali hanno condotto l’indagine sotto la guida dei magistrati della Procura della Repubblica di Nola.
In base a quanto emerso dalle indagini, i due amministratori e soci della società fallita, avevano spostato avviamento aziendale e macchinari all’interno di una società costituita appositamente per questo scopo, spogliando così quella fallita. Il tutto, con l’obiettivo di proseguire le attività d’impresa, lasciando in capo alla vecchia società unicamente i debiti, gran parte dei quali nei confronti dell’Erario: circa 450mila euro. Le società sono attive nel campo della produzione di scarpe
Ieri mattina quindi il sequestro, autorizzato dal Gip di Nola. La produzione della nuova società tuttavia non è stata fermata, allo scopo di tutelare in particolar modo i lavoratori impiegati nella produzione. La direzione dell’azienda è stata affidata ad un amministratore giudiziario. Il valore del sequestro è di circa un milione di euro.
Cesare D’Amore