Carenze igieniche e abusivismo: sequestri e chiusure dei NAS a Pomigliano, Marigliano, Mugnano e Giugliano

0
1169

Con l’approssimarsi del periodo delle festività di fine anno i carabinieri del NAS di Napoli, insieme ai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, hanno eseguito numerosi controlli, nei settori di competenza, allo scopo di prevenire attività illecite in danno dei cittadini:

Marigliano, corso Vittorio Emanuele III: i carabinieri del NAS hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un’attivita’ di bar/pasticceria al cui termine hanno disposto il sequestro amministrativo di 100 chili circa di prodotti dolciari pronti per la somministrazione al pubblico. Sono risultate violate le norme in materia di tracciabilita’/rintracciabilita’ alimentare. Disposta anche una prescrizione finalizzata alla formazione professionale del personale dipendente ed operante nel settore alimentare.

Pomigliano d’Arco, via Pertini: i carabinieri del NAS hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un bar al cui termine hanno proceduto alla chiusura amministrativa di un locale di circa 80 metri quadrati adibito a deposito alimentare, sala somministrazione e sala slot. Motivo: gravi carenze igienico–sanitarie riscontrate nel corso della verifica. E’ stata anche comminata una diffida per accertate carenze riscontrate sia sotto il profilo strutturale che documentale.

Mugnano di Napoli, via Diaz: i carabinieri del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un’attività di panificazione e produzione di prodotti dolciari al cui termine hanno proceduto al sequestro amministrativo di 60 chili di verdura cotta (scarola rinvenuta allo stato congelato) per la farcitura di focacce in quanto detenuta in assenza di qualsivoglia indicazione e/o procedura in autocontrollo relativa alla sua rintracciabilita’ alimentare.

Giugliano in Campania: al termine di una verifica igienico sanitaria eseguita in una casa albergo per anziani i carabinieri del NAS hanno accertato la mancanza dei requisiti strutturali, funzionali ed organizzativi per le strutture ricettive per anziani, per cui è stata inoltrata all’autorita’ amministrativa competente la richiesta di sospensione “ad horas” delle attivita’.Nella struttura è stata verificata la non attuazione del controllo periodico degli estintori, cosa per la quale è stato interessato il competente comando dei VVFF, l’assenza della notifica alimentare per l’attivazione del laboratorio-cucina in ambienti in precedenza autorizzati come palestra. Ambienti che tra l’altro sono risultati con presenza di situazioni di “non conformita’” dovute anche alla mancanza di manutenzione straordinaria alle strutture portanti e alle pareti. I responsabili sono stati quindi diffidati a eliminare questi inconvenienti. Verificata infine l’omessa predisposizione di idonee misure per la prevenzione della legionellosi.